Zlatan si lamenta ma non ha dubbi «Se continua così arriviamo primi»

Non è mai contento Zlatan Ibrahimovic. Segna due gol, vince la sfida scudetto (come l’aveva definita Allegri) e non sorride nemmeno un po’. «Abbiamo vinto, sono tre punti fondamentali», afferma lo svedese. «Abbiamo fatto una grande partita, la gara era sotto controllo e mi dispiace di aver preso il secondo gol, ma avremmo anche potuto fare il 4-1 o il 5-1 se avessimo avuto un po’ di fortuna. Comunque mancano ancora tante partite, ma se continuiamo così arriviamo alla fine come primi». Sorride soddisfatto Massimiliano Allegri che minimizza la sua espulsione dopo il diverbio con Cassetti: «Ho solo detto che la palla non era uscita ed era in campo, niente di più» ed elogia la squadra: «Ha avuto una bella risposta anche se abbiamo sofferto un po’ e abbiamo sbagliato parecchie occasioni. Tutta la squadra ha meritato e quando c’è da soffrire sono tutti compatti. Quanto a Ibra, ha fatto una partita straordinaria. Vincere a Roma era importante, è il primo scontro diretto a nostro favore dopo due persi con Napoli e Juventus».
Galliani, che dalla gara col Parma va in tribuna dopo aver preso 20/30 gocce di tranquillante (la rivelazione è sua) è euforico: «Quattro partite fa eravamo tredicesimi e ora siamo lì, anche perché con i giocatori recuperati siamo un’altra squadra. Peccato che subiamo troppi gol, anche se abbiamo una potenza di fuoco pazzesca. Cassano poi è un assist man straordinario ed è felice di stare con noi». Abbacchiato invece Luis Enrique: «Noi tanti tiri ma poca aggressività. Non siamo una grande squadra come il Milan, troppo disattenti in difesa. In nessun momento ho visto la possibilità di vincere».