Zoagli si tuffa in mare per la Madonnina

Antonio Bovetti

Se ogni baia del Tigullio ha varie e singolari bellezze, Zoagli ne nasconde una, sotto le acque antistanti il borgo, a cinquanta metri dalla riva e nove metri di profondità: è una statua della Madonna, realizzazione in bronzo della scultrice Marianne Hastianatte Allaro, in ricordo dei naviganti zoagliesi, soprattutto dell'ottocento e degli ufficiali di Marina morti nella seconda guerra mondiale. Dal 10 agosto 1996, giorno della posa sui fondali della statua, ogni anno, il comitato Madonnina del Mare e l'amministrazione comunale organizzano la festa della città in onore della Santa Vergine.
In occasione del decennale, di tale celebrazione, oggi le manifestazioni inizieranno alle 19 in piazza XXVII Dicembre con la musica per discoteca, di Radio Andebaran, fino a tarda serata. Alle 19.30 rinfresco con le autorità comunali presso la torre Saracena sul lungomare Canevaro, con la premiazione del concorso fotografico subacqueo «Madonnina del mare» e di quello organizzato dalla Pro Loco di Zoagli intitolato: «Zoagli, Portofino da una piazza all'altra. Il mare, gli scogli, i panorami. Ricordi di una vita»; tutte le foto concorrenti sono esposte nella Torre Saracena. Lo stand del Consorzio Recco Gastronomica distribuirà focaccia col formaggio, tipica specialità recchese, per l'intera la serata. Alle 21 posa dei lumini in mare da parte di volontari ed organizzatori. Alle 21,30 Messa cantata sulla rotonda lungo la passeggiata a mare, al termine della cerimonia un nutrito numero di subacquei, muniti di fiaccola, partirà dalla spiaggia e raggiungeranno il punto dove è ubicata la statua. Due carabinieri subacquei, muniti di bombole, si immergeranno per depositare una corona di rose ai piedi della scultura a nove metri di profondità; durante l'immersione, per creare un senso di raccoglimento tra i presenti, ecco le note di «Il silenzio» dalla tromba della banda dell'arma. La ricomparsa dei sub sulle creste delle onde, sarà salutata da un caloroso applauso da parte di tutto il pubblico.
I festeggiamenti si concluderanno alle ore 23, con lo spettacolo pirotecnico che illumina «il Castellaro», esaltando le bellezze di questo borgo.