Zoff: "E' una grande sconfitta"

Cardiff - "Non mi aspettavo che l'organizzazione dell'Europeo del 2012 andasse alla Polonia e all'Ucraina2. Deluso, come tutta l'Italia, per la mancata assegnazione dell'Europeo 2012, l'ex portiere e allenatore della Nazionale, Dino Zoff. "Per noi è una grave sconfitta, ma non abbiamo fatto niente per meritarceli, analizzando le vicende successe nel nostro Paese. Non so sei programmi presentati alla Commissione non sono stati all'altezza, ma resta una delusione per me e per tutto il nostro Paese". Zoff critica l'immagine dell'Italia in Europa: "Questo risultato conferma che la nostra immagine in Europa resta negativa. Sembrava un esito scontato. L'ottimismo mi aveva contagiato, tutti dicevano ormai è fatta, sembrava una cosa ovvia, ma evidentemente godiamo di considerazioni diverse. Le alleanze con i membri del comitato esecutivo? Se i risultati sono questi - spiega Zoff - probabilmente non erano così fondate". L'allenatore della Nazionale ad Euro 2000 difende il presidente dell'Uefa, Michel Platini, suo ex compagno di squadra nella Juventus: "Sicuramente Platini ha fatto il tifo per noi, ci teneva, probabilmente è mancato qualcos'altro, con i voti segreti chi lo può sapere. Lui deve essere super partes e accettare questa votazione".