Zolle a tempo di record Genoa-Torino si può giocare

Tutto a posto: domani si gioca. Anche se l'ultima parola spetterà alla Lega Calcio nel sopralluogo fissato oggi a mezzogiorno, non ci sono più dubbi sul fatto che domani alle 18 Genoa - Torino verrà regolarmente disputata allo stadio Luigi Ferraris. Ieri pomeriggio, intorno alle cinque, è giunto a destinazione l'ultimo dei sette camion che trasportava le nuove zolle da impiantare nel campo. Il primo era arrivato a Genova alle sette del mattino, mentre i tecnici di Aster erano già al lavoro da qualche minuto per spalare quella parte del terreno ancora priva di prato. A metà pomeriggio erano stati stesi 18 tappetini di zolle sui 24 totali. La rizollatura, messa in pericolo dal ritardo dei tir bloccati per la neve, sarà completata entro le 11 di oggi dagli operai dell'azienda milanese «Stadia» con l'assistenza tecnica di Aster. Subito dopo verranno tracciate le linee del terreno di gioco e si procederà a sistemare l'erba sintetica nell'area di destinazione davanti alla gradinata sud. Il tutto sotto gli occhi di Giovanni Castelli, agronomo, incaricato di seguire i lavori per la Lega Calcio e del presidente di Aster Mauro Cavelli.
Nel primo pomeriggio di ieri anche il Genoa con Fabrizio Preziosi aveva effettuato un sopralluogo allo stadio e con la neve si erano sciolti gli ultimi dubbi sulla disputa della gara. Tanto che Enrico Preziosi alle 15.50 sul sito della società dichiarava «Siamo molto fiduciosi in un esito positivo, il sopralluogo ha fornito buone indicazioni. Dopo quasi un mese sento il desiderio di ritornare al Luigi Ferraris e di vivere le emozioni che regala una partita». A metà pomeriggio, il via libera dell'assessore allo sport del Comune Bruno Pastorino: «Siamo riusciti a recuperare il tempo perduto, a questo punto credo proprio che si giocherà». Proprio come aveva spiegato «Il Giornale» nell'edizione di ieri.