Zolle di terra sulle auto: presi 5 ragazzi

da Bologna

Ai poliziotti che li hanno bloccati e portati in questura hanno detto che era la prima volta che giocavano gettando zolle di terra contro le auto in transito sull'autostrada. È accaduto l’altroieri pomeriggio verso le 15.30 nei pressi del casello della A 13 Bologna-Padova in zona Arcoveggio, a Bologna, dove gli automobilisti hanno vissuto momenti di panico. I responsabili sono cinque ragazzini - uno di 11 e gli altri di 13 anni - che gettavano zolle di terra contro le auto che transitavano sulla corsia nord in direzione di Padova. Nel loro folle gioco hanno colpito due vetture che per lo spavento hanno rischiato di rimanere coinvolte in un incidente, una terza auto e una moto sono invece riuscite a evitare le zolle. Il terzo automobilista, un uomo di 38 anni della provincia di Vicenza, ha visto il gruppo di teppisti dietro un terrapieno ai bordi della strada, ha accostato, ha scavalcato la rete di recinzione e ha inseguito i cinque riuscendo a fermarne uno. Gli altri del gruppo hanno così ingaggiato una colluttazione con l'uomo riuscendo a liberare il loro complice e darsi alla fuga. Ma a quel punto la Polstrada era stata avvisata, le volanti del 113 si stavano recando in zona e l'elicottero della polizia si era già levato in volo. È stato relativamente facile trovare i cinque a bordo di biciclette con due cani al seguito in via Guarducci. Subito dopo le formalità di rito, avvertito il magistrato della Procura per i minorenni, i cinque che non sono imputabili per la loro età sono stati riaffidati ai genitori increduli per quanto accaduto.