Zone blu, abbonamenti per i commercianti

Il Comune agevolerà gli esercizi commerciali che operano all’interno delle zone blu. La decisione è scaturita dalla riunione che si è svolta ieri mattina a Tursi tra Arcangelo Merella, assessore alla Mobilità e al Traffico; Mario Margini, assessore allo Sviluppo economico e al Commercio; i vertici di Ami Spa, i presidenti di circoscrizione e i rappresentanti delle associazioni di categoria.
Alla fine si è convenuto di confermare la possibilità di rilasciare abbonamenti a quelle categorie economiche e commerciali per quelle attività per le quali l’uso dell’auto è strumento indispensabile per lo svolgimento del lavoro. Il costo dell’abbonamento sarà di 600 euro l’anno, equivalenti a 50 euro mensili. Chi lo utilizzerebbe per mezza giornata, potrà pagarne la metà.
Su questi e altri dettagli dell’accordo, Comune e operatori economici torneranno alla fine del periodo di sperimentazione delle zone blu.
Tuttavia, informa una nota del Comune, «si ritiene meritevole di attenzione una soluzione del tipo di quella già individuata per la zona Foce (utilizzo dei piazzali del quartiere fieristico) per la sosta di veicoli appartenenti a flotte o veicoli in attesa di essere ospitati in autofficine o carrozzerie».
A questo punto le associazioni informeranno i propri iscritti ed eventuali casi particolari dovranno essere posti all’attenzione di Ami e Comune.