Zone infestate? Arrivano gli agenti anti-zanzara

Saranno inviati nelle periferie per raccogliere le segnalazioni da parte dei cittadini più colpiti

Marisa de Moliner

Contro le zanzare il Comune fa scendere in piazza una task force. Palazzo Marino mette a disposizione dei cittadini in piazza Duomo un vero e proprio esperto per combattere i noiosissimi insetti per dieci settimane tutti i mercoledì e giovedì pomeriggio. Al gazebo posizionato accanto all'Arengario all'angolo di via Marconi, oltre al materiale illustrativo, sarà visibile l'esemplare più temuto degli ultimi anni: la zanzara tigre. L'amministrazione municipale non pensa solo al centro, ma manda gli agenti anti-zanzare anche in periferia per stanare le varie Culex, Anophele e Aedes Albopictus. Un nome, quest'ultimo, dietro cui si nasconde la tanto temuta zanzara tigre, la cui peculiarità è quella di colpire nelle ore diurne, che, proveniente dall'Asia sembra a bordo di copertoni usati, ha un aspetto facilmente riconoscibile dalle striature. Come da ieri, primo giorno dell'offensiva anti-zanzare, si può costatare per dieci mercoledì e giovedì pomeriggio dalle 13,30 alle 18,30. Un insetto catturato dagli operatori dell'istituto d'entomologia dell'Università degli Studi sarà in bella mostra nel gazebo in piazza Duomo. Qui si potrà sapere come difendersi e conoscere dettagliatamente gli interventi disinfestanti del Comune. Tutte informazioni leggibili sui pannelli esposti e sui volantini che verranno distribuiti. Questi ultimi non sono però una novità, vengono utilizzati quelli già stampati l'anno scorso.
«Il punto informativo - spiega Giuseppe Carlo Lozzia, direttore dell'istituto d'entomologia - sarà senz'altro utile ma non quanto l'intervento degli esperti itineranti nei vari consigli di zona. Qui spiegheremo ciò che fa il Comune e dove non può intervenire. Molti, infatti, non sanno che ci sono parecchie aree che non sono di sua competenza come quelle di proprietà delle Ferrovie e delle Forze Armate, solo per citarne alcune. Per non parlare delle proprietà private. Ed è proprio ai privati, ai singoli cittadini che illustremo che fare contro le zanzare. Li metteremo in guardia da comportamenti che possono guastare le loro notti estive. Chi ha un condizionatore d'aria può inconsapevolmente ritrovarsi ad allevare zanzare».
«Il nostro intervento nei consigli di zona - prosegue il professor Lozzia - non finisce qui. Non ci limiteremo a illustrare ma raccoglieremo le segnalazioni degli abitanti delle varie zone che ci indicheranno le località infestate». Oltre a piazza Duomo e ai consigli di zona, la task force dell'istituto d'entomologia della Statale si recherà in altri posti. Saranno anche davanti a quattro cimiteri per ricordare che i sottovasi dei fiori ospitano i focolai di zanzare. «Questa è la collaborazione - continua l'entomologo - che possiamo offrire al Comune quest'anno, siamo stati infatti coinvolti poco più di una decina di giorni fa quando gli interventi con gli elicotteri disinfestanti erano già stati programmati da tempo. Si tratta, infatti, d'interventi regolati da gare pluriennali. Noi siamo, pertanto in una fase di verifica e non di controllo». «Potremo però fornire - conclude Giuseppe Carlo Lozzia - indicazioni utili su come intervenire l'anno prossimo».