Per la Zoppè è crisi Marone tenta il colpo

A Garbagnate Milanese il duello al ballottaggio tra Leonardo Marone della Cdl ed Erminia Zoppè, sindaco uscente del centrosinistra, sta già infiammando gli animi e producendo preoccupazioni. Soprattutto a sinistra, dove la prima cittadina, arrivata dietro Marone con una percentuale del 39,8 per cento contro il 44,1 dello sfidante, deve mettercela tutta per riconquistare quell'elettorato che le ha voltato di colpo le spalle rispetto a cinque anni fa. Il candidato del centrodestra, rispetto alle passate consultazioni, ha ottenuto infatti appena 500 voti in più, mentre la prima cittadina di consensi ne ha persi ben 2.500. «Ma non è un fallimento», ha comunque dichiarato la Zoppè dimostrando molto coraggio. Intanto è già iniziata la corsa alle alleanze tra i candidati sconfitti al primo turno: le loro scelte si riveleranno fondamentali per determinare chi la spunterà.