Zoro: «È gente che fa schifo»

Milano. «Chi mi insulta è gente che ha perso nella vita. Mi fa schifo». Caso-Mark Zoro, capitolo mille. Il difensore ivoriano del Messina è ormai «in guerra» con parte dei tifosi dell'Inter da quando, nel novembre 2005, subì cori razzisti da alcuni supporter nerazzurri e minacciò di uscire dal campo. Ieri la curva Nord gli ha dedicato un assurdo striscione («Il razzismo non si misura dall'ululato ma dalla reazione di un invasato») e il giocatore del Messina ha dovuto nuovamente affrontare l'argomento. Malvolentieri. «Sono stanco di parlarne, c'è sempre gente priva di cervello. Si era discusso di provvedimenti da adottare in questi casi ma sono ancora qui a commentare questi fatti. In campo, comunque, non ho perso il controllo. Io gioco. E non ho bisogno degli insulti della gente per motivarmi».