Ztl prorogata: niente multa senza cartelli

Non si può essere sanzionati per avere varcato gli accessi alla Ztl se, in assenza di una idonea segnaletica, non si può essere a conoscenza di modifiche all’orario di apertura degli stessi.
Lo ha deciso il giudice di pace di Roma Capizzano il quale, accogliendo il ricorso presentato da una casalinga romana, ha annullato il verbale di contravvenzione e condannato a 150 euro di spese il Comune di Roma.
La decisione riguarda un verbale nel quale si contestava a una casalinga di aver varcato con la propria auto, priva di permesso, la Ztl, alle 19 del 20 dicembre 2003, un’ora dopo l’abituale apertura dei varchi ai non autorizzati, ma in violazione di una proroga temporanea che prevedeva l’apertura degli stessi alle 20.
La donna si rivolse all’avvocato Simone Pacifici, il quale, nel ricorso al giudice di pace, eccepì non solo che il normale orario di interdizione all'accesso terminava alle 18, ma che non era segnalata alcuna proroga del divieto.
Ragione questa, per Pacifici, che non consentiva di configurare come cosciente e volontaria la violazione contestata alla sua assistita. Tale argomentazione è stata fatta propria dal giudice di pace.