La Ztl supera l’esame: 7mila multe in due mesi

La Ztl va avanti. Il 2 febbraio è già fissato il tavolo tra Comune, Unione del commercio, Vivisarpi, console e rappresentanti della comunità cinese. Il 17 novembre era scattata la zona a traffico limitato in via Sarpi e i patti erano un test di due mesi per decidere come e se proseguire. Ieri una riunione tra gli assessori alla partita ha promosso l’esperimento, che dovrebbe essere «allungato» con una delibera già la prossima settimana. «Non ci sono state ripercussioni sul traffico nella zona», assicura l’assessore alla Mobilità Edoardo Croci, dati del monitoraggio alla mano. Quello alle Infrastrutture Bruno Simini assicura un’accelerazione per i cantieri dell’isola pedonale, «in due mesi fine del progetto, poi bando di gara e apertura dei cantieri entro fine anno». Ai residenti che chiedono più controlli il vicesindaco Riccardo De Corato replica coi numeri: «In due mesi, 7.383 multe per sosta irregolare, 31 ai carrelli “selvaggi” e più di 500 per infrazione al codice della strada». Il settore commercio non ha ricevuto nuove richieste da grossisti, mentre ce ne sono diverse di attività al dettaglio da italiani, una da un francese. Piuttosto, spiega De Corato, «accelereremo le autorizzazioni ad occupare il suolo pubblico, in modo che bar e ristoranti possano mettere i tavolini all’aperto».
Dopo le «troppe polemiche nell’ultimo periodo» invece, associazioni e consolato hanno deciso che quest’anno il dragone e le maschere cinesi sfileranno lontano da via Sarpi e al chiuso: non festeggeranno il Capodanno domani, ma il 5 febbraio e al Palalido, con uno spettacolo al chiuso.