Zucchetti: «A Rho serve più sicurezza»

I sondaggi a Rho danno Roberto Zucchetti, il candidato della Casa delle Libertà, avanti sulla concorrente Paola Pessina, sindaco uscente dell’Ulivo. Vantaggio derivante dal carisma dell’aspirante sindaco sostenuto dall’intero schieramento di centrodestra, Lega Nord compresa. «Una città bella e sicura», lo slogan di Zucchetti che oltre alla sicurezza mira a rendere vivibile la città anche sotto l'aspetto viabilistico, regolando circolazione e soste in modo scientifico e professionale. E promettendo parcheggi nel sottosuolo dei quali si parla da anni, ma che mai sono stati realizzati. Il candidato di centrodestra in campagna elettorale ha puntato il dito anche contro la scelta fatta dal sindaco uscente Pessina di realizzare in via Sesia un campo nomadi attrezzato. Tra i punti del programma, un centro di accoglienza che continua a provocare forti malumori fra i residenti. «Una vera struttura di emarginazione sociale e non d’integrazione», ha più volte sottolineato.
E poi apertura alle imprese locali, una nuova sede per il tribunale ormai decadente e la chiusura di un centro sociale per creare spazi alternativi per i giovani. «Su punti programmatici concreti e condivisi da tutti, abbiamo formato un’alleanza che pensiamo possa essere veramente vincente. Rho ha finalmente la possibilità di cambiare pagina dopo lunghi anni di governo di centro sinistra. È un’opportunità che i cittadini non devono perdere».