Zuccoli non esclude un’asta su Edison

Restano in «stallo» le trattative tra A2A e i francesi di Edf per il riassetto di Edison. E se non dovessero tradursi in un accordo non è escluso che sulla società di Foro Buonaparte si arrivi a un’asta competitiva tra i due principali azionisti che adesso se ne spartiscono il controllo. È quanto ha spiegato Giuliano Zuccoli, presidente del consiglio di gestione di A2A, nel corso della conference call con gli analisti sui conti semestrali della società. Un semestre positivo, chiuso con profitti netti per 371 milioni di euro, in aumento del 187,6% rispetto allo stesso periodo del 2009, e con ricavi per 2,87 miliardi di euro (+1,7%), grazie alla cessione del 5% detenuto nel gruppo svizzero Alpiq.