Zuu, corsa o aquafitness è ora di muoversi (tanto)

L'attività del momento copia l'andatura degli animali nella giungla: si salta, si ruota, ci si piega Ma non va bene per tutti

Margherita Tizzi

Si chiama Booty Barre lo sport del momento. Portato in Italia dai club Virgin Active (www.virginactive.it) e basato sul metodo ideato dall'americana Tracey Mallett, il nuovo allentamento si compone di movimenti alla sbarra ispirati alla danza classica e contaminati da esercizi di yoga e pilates, per tonificare, definire e scolpire tutta la muscolatura, oltre che regalare flessibilità e senso del ritmo.

«Il mio obiettivo è sempre stato quello di abbattere i preconcetti legati al balletto tradizionale e di realizzare un allenamento divertente e pieno di energia, che consentisse di ottenere un fisico forte e tonico come quello delle ballerine», ha raccontato la Mallett. Nello specifico, le lezioni di circa un'ora prevedono un riscaldamento iniziale, seguito da una serie di esercizi focalizzati al potenziamento delle braccia, tutti svolti ad alta intensità al ritmo di scatenate hit. Gli ultimi 30 minuti di lezione, invece, sono dedicati alla sbarra, per potenziare e migliorare la flessibilità di gambe, fianchi, tronco e parte superiore del corpo. Ed è qui, con sorpresa, che una serie di esercizi di pilates vengono effettuati al «bastone», seguiti da alcuni allungamenti ispirati a movimenti dello yoga.

Insomma, uno sport da scoprire, come altre attività lanciate durante l'anno da Virgin Active, catena internazionale di villaggi fitness presente con 33 club su tutto il territorio nazionale. Pensiamo all'Acroyoga, al NTC Nike Training Club e a Zuu, il corso ispirato all'andamento degli animali. Inventato dall'australiano esperto di movimento umano Nathan Helberg, infatti, Zuu combina un allenamento a intervalli ad alta intensità con esercizi basati sui sette movimenti primari e più naturali del corpo umano: spingere, tirare, piegarsi, ruotare, accovacciarsi, saltare e spostarsi. Non solo. Le oltre 100 mosse proposte da Helberg guardano agli abitanti dei boschi, degli zoo e della giungla, come gorilla, orso, iguana, rana, serpente e coccodrillo. Risultato? Trenta0 minuti di Zuu fanno bruciare fino a 600 calorie e consentono di sviluppare agilità e flessibilità, di rafforzare muscoli, articolazioni e legamenti e di migliorare la resistenza cardiaca. Certo, Zuu non è consigliato a chi è debole di cuore o ha problemi alle ginocchia o alla schiena; in entrambi i casi il nuoto e l'acquafitness rimangono le attività ideali, perché l'acqua migliora la termoregolazione e limita l'affaticamento muscolare.

Infine, per preparasi alla stagione sciistica, occorre allenare per tempo le gambe e gli addominali. Lo sci, infatti, è uno sport che richiede un'adeguata preparazione muscolare per poter essere svolto in totale sicurezza. In particolare le ginocchia sono la parte del corpo che viene maggiormente sollecitata. Per garantire la loro tenuta, dunque, è necessario rafforzare i muscoli anteriori della coscia (i quadricipiti). Su quali esercizi puntare? Si inizi con una ginnastica naturale, salendo e scendendo i gradini o le scale, attività da completare con gli squat (abbassarsi e alzarsi piegando le ginocchia e mantenendo le gambe aperte) e gli affondi, portando avanti una gamba e piegandosi sull'altra.