Il regista Lazzari ai domiciliari per abusi sessuali

Il regista bresciano Giuseppe Lazzari è accusato di aver molestato un ragazzino di 11 anni che aveva preso come attore per un suo film

È finito agli arresti domiciliari il regista Giuseppe Lazzari con l’accusa di violenza sessuale su un ragazzino di 11 anni. Il minore avrebbe partecipato ai casting itineranti per la produzione del suo ultimo film ‘4B, Four Boys’ e lì il regista bresciano lo avrebbe molestato.

“Mi diceva che non c’era nulla di male, che era tutto normale”, avrebbe detto il bambino che ha confidato tutto alla madre che, Ora, dopo l’arresto, dice: “è la fine di un incubo”. A confermare le accuse è l’avvocato che lo assiste, Marino Colosio, insieme alla collega Bianca Scaglia. “Ha carpito la nostra fiducia giorno dopo giorno, e poi...”, racconta la madre. Il primo approccio, come racconta il Corriere della Sera, sarebbe avvenuto a Ravenna quando Lazzari portò il ragazzo a vedere una gara di tiro a volo. “Servirà poi per le riprese” avrebbe spiegato Giuseppe Lazzari alla famiglia. E, in effetti, il si sarebbe poi trasferito sul Garda proprio in uno stadio di tiro a volo. Stando alle indagini, però, il ragazzino non avrebbe dormito insieme ai suoi coetanei ma col regista e la cosa si sarebbe ripetuta anche a Brescia, in un albergo. Arrivano i primi regali e i messaggi che insospettiscono la madre tanto da portarla ad allontanare suo figlio da quell’uomo che, poi, avrebbe denunciato. Ma prima, Lazzari, stando alle indagini della polizia, l’avrebbe minacciata dicendole: “Guardi che lo escludo dalle riprese del film”.