Consigliere Fdi picchiato dal sindaco di sinistra

È successo a Trani dopo le denunce della parentopoli

Riceviamo e pubblichiamo.
In relazione all’articolo pubblicato sull’edizione on line de Il Giornale circa la lite che ha visto protagonista a Trani un consigliere comunale di opposizione ed alcuni cittadini, si precisa che il diverbio non ha affatto visto protagonista il sindaco di Trani, così come scritto. Il sindaco, il giorno dell’episodio, era in trasferta istituzionale a Roma presso il Ministero. Si evidenzia inoltre che le dinamiche dell’episodio sono ancora in fase di accertamento da parte delle Forze dell’Ordine.

Quanto alla vicenda che ha scatenato il diverbio, l’Amministrazione, attraverso procedure legittime e trasparenti, aveva affidato l’intera gestione del servizio ad un soggetto terzo qualificato, il piano d’intervento sociale, che, a sua volta in maniera trasparente e legittima, aveva provveduto ad invitare alla partecipazione la quasi totalità delle strutture commerciali presenti a Trani. Di queste, come si evince dalla relazione conclusiva del piano d’intervento sociale, solo 3 avevano aderito. Il sindaco, a margine della vicenda, ha espresso ferma condanna: “L'utilizzo della violenza è sempre negativo e mai, dico mai, giustificabile. Lo affermo con chiarezza e con forza, mentre sul tema e sulla provocazione politica non mi sottrarrò, anzi, ho molto da dire, ma lo farò quando sarà terminata la bagarre mediatica che qualche "eminenza oscura" sta artatamente montando nella speranza di delegittimare un sindaco che sta mettendo mano a molti nervi scoperti e centri di potere della città”.

Si è presentato davanti al supermercato del suocero del sindaco di Trani Amedeo Bottaro, facendosi fotografare mentre teneva tra le mani un cartello con la scritta «Mi manda tuo genero». Poi, Raimondo Lima, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, ha postato la foto sui social network facendo infuriare il primo cittadino che ha perso le staffe prendendolo a pugni e calci. È successo l'altro ieri nella città pugliese dello scandalo che regalò l'amministrazione al centrosinistra.

Da allora solo pasticci. Lima accusa il sindaco di sinistra di favorire parenti e amici, fra cui un'iniziativa natalizia per la quale il Comune ha erogato al supermercato del suocero del primo cittadino diverse migliaia di euro in buoni spesa per le famiglie indigenti. Dal Comune di Trani riferiscono che l'ente per tale iniziativa ha affidato a un soggetto terzo che, a sua volta, ha contattato dieci supermercati della città. All'appello hanno risposto in tre, fra cui quello del suocero del primo cittadino. Alla fine, consigliere comunale e suocero del sindaco si sono querelati a vicenda e ora dai social network la polemica si sposterà nelle aule del tribunale. Fra gli attestati di solidarietà al consigliere comunale, quello della presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. «Sono stato fisicamente e vilmente aggredito per aver denunciato pubblicamente l'ennesima Parentopoli dell'amministrazione Bottaro», ha scritto Raimondo Lima su Facebook.

Commenti

ziobeppe1951

Gio, 11/02/2016 - 09:07

Il sindaco frequenta la scuola serale dei centri-asociali

Giunone

Gio, 11/02/2016 - 09:15

Siamo alla frutta...

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 11/02/2016 - 09:33

Aderendo alla semantica sinistrorsa, ditemi se questo non è squadrismo di tipo "fascista".

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 11/02/2016 - 09:44

Ahhh bhè se è un sinistroide o un comunistardo che picchia non è violenza ma altruismo a spolverare gli abiti dell'avversario.Ciaparatt

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 11/02/2016 - 09:50

Si lesioni per l'aggressione ci sono? sennò è l'ennesimo caso di imbecilli che mobilitano la macchina dello stato per niente. E chi fa muovere un tribunale per beghe da cortile dovrebbe pagare il servizio in anticipio.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 11/02/2016 - 10:18

espulso dal Municipio subito. Perchè lo devono essere solo quelli di dx magari solo per una frase detta liberamente?La libertà di opinione voluta dalla sx non deve essere penalizzata se fatta dalla dx, la violenza sì. Fanno tutto l'opposto di quello che dichiarano. Danno del fascista agli altri e poi lo sono loro, non sapendo che fascista non si associa a violento, ma ad un gruppo di una corrente ideologica come lo potrebbe essere quello del PD. Forse per dire "violento" sarebbe meglio dire:sei di sinistra o centro sociale, non fascista.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 11/02/2016 - 10:22

buoni spesa per i ....fannulloni. Sento ora in tv, diverse famiglie che sono trent'anni che vivono in baracca ed attendono una casa popolare.30 anni che attendono!!!!! Ma in questi 30 anni che hanno fatto per migliorare il loro stile di vita? Solo fare figli a gogò e basta.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Gio, 11/02/2016 - 11:07

Ma questo consigliere comunale, Raimondo Lima, non ha ancora capito chi comanda ora in Italia?! Non c'è articolo giornalistico, manifestazione pubblica o iniziativa privata che regga: il nostro Paese è destinato - anche grazie alla destra quasi disfatta - ad essere tiranneggiato dagli ex comunisti, a partire dal colpo di Stato contro Berlusconi e chissà fino a quando!!

roberto bruni

Gio, 11/02/2016 - 11:36

Nulla di nuovo, sotto il sole. Questi si fanno i fatti loro e guai a denuciarli

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 11/02/2016 - 11:40

.....caro consigliere comunale....se hai le prove che il sindaco aiuti i parenti ...fai na denuncia come tutti i comuni mortali...se poi fai i cartelli ..ti fai i selfie vicino al negozio dei parenti del sindaco ..li posti su fb ecc ecc...sei più scemo di chi vuoi denunciare...

linoalo1

Gio, 11/02/2016 - 12:06

Il Nepotismo,è come la Prostituzione_sono nati con l'Uomo ed essendo malattie incurabili,dovremo sopportarle per sempre!!!

Aegnor

Gio, 11/02/2016 - 13:23

E' un kkkompagno che ha sbagliato ma rimane sempre un esempio di tolleranza,democrazia e moralità

aqualung56

Gio, 11/02/2016 - 23:40

Questa è la democrazia ipocrita della sinistra schifosa e prepotente. Siete dei reietti della società.