Magistrati complici dei black bloc. Ecco tutte le carte che lo provano

Diversi antagonisti fermati e subito liberati. Alle toghe avevano detto: "Siamo qui per il calcio". E sono stati creduti. Negate molte espulsioni richieste dalla polizia. E lodato l'antifascismo

Milano - A cosa mai potranno servire dei passamontagna a tre tedeschi calati a Milano tre giorni prima della May Day Parade, il corteo anti expo che ha messo il capoluogo lombardo a ferro e fuoco? La risposta potrebbe essere ovvia, guardando le centinaia di foto e film che hanno documentato lo scempio degli incappucciati. Ma per il giudice che alla vigilia del finimondo se li è trovati davanti, i tre ragazzotti venuti dalla Germania i passamontagna intendevano usarli semplicemente per fare qualche scritta qua e là senza respirare troppa vernice: dovevano essere «usati - scrive il giudice - come rudimentali maschere a protezione del respiro dai vapori tossici della vernice spray, con la quale i cosiddetti writer hanno a che fare per ore intere». Insomma, pacifici artisti del graffito, non black bloc. Anche se con precedenti penali, anche se incapaci persino di ricordare dove fossero stati la sera prima («Siamo venuti per vedere una partita di calcio a Bologna, non ricordo quale fosse l'altra squadra e non ricordo il risultato»), i tre vengono rilasciati con tante scuse.

Poche ore dopo a Milano scoppia il finimondo. Andrebbe letta per intero, la sentenza con cui la mattina del Primo Maggio, poche ore prima che a Milano scoppiasse il finimondo, il giudice Guido Vannicelli ordina il rilascio dei tre tedeschi: perché riassume perfettamente la distanza che nelle ore cruciali della vigilia ha separato l'apparato di polizia da una magistratura che non ha rinunciato a spaccare il capello in quattro, forse non rendendosi conto della gravità di quanto si preparava, o forse ritenendo che l'emergenza non giustificasse forzature. Se la Procura della Repubblica ha lavorato quasi fianco a fianco con polizia e carabinieri, dal tribunale le uniche bacchettate sono arrivate verso le forze dell'ordine. Nel provvedimento con cui rifiuta l'espulsione dei tre ultrà tedeschi, il giudice arriva a definire «grottesco» uno degli elementi indicati dalla polizia a carico di uno dei fermati, un tatuaggio spartachista («Kate Duncker»), mentre elogia apertamente uno dei giovanotti per la sua militanza antifascista «di per sè commendevole», e conclude «non vi è alcuna ragione di urgenza per allontanare dall'Italia il cittadino tedesco M.J.B. per la semplice ragione che egli non costituisce una minaccia grave e attuale per la sicurezza pubblica italiana».

Che il tribunale milanese non intendesse venire meno alla sua tradizione «garantista» lo si era capito già martedì 28, quando un primo gruppo di antagonisti tedeschi era stato fermato in una casa occupata del Giambellino, dove erano saltate fuori anche mazze e passamontagna. Il giudice Olindo Canali, presidente della sezione immigrazione del tribunale, aveva rifiutato di convalidare l'espulsione e liberato i quattro autonomen , ritenendo del tutto generiche le accuse a loro carico: e con qualche motivo, perché il verbale di espulsione era poco più che un ciclostilato. Sta di fatto che i tre vengono nuovamente fermati l'indomani, attrezzi alla mano, e stavolta Canali li espelle. Ma nel frattempo il segnale alla polizia è stato mandato esplicitamente: non contate su di noi per arrestare o espellere a casaccio. L'elenco delle espulsioni che vengono rifiutate - lo riportiamo nell'articolo qua sotto - è impressionante. Per espellere un cittadino europeo ci vogliono prove, non sospetti, dicono i provvedimenti del tribunale: anche se viaggia con spray urticanti e passamontagna, e anche se tutti sapevano cosa stava per succedere a Milano. Tutti, tranne i giudici.

Commenti

Rossana Rossi

Lun, 04/05/2015 - 10:58

E' il solito schifo e il solito vergognoso ritornello a cui nessuno sa porre rimedio.........Italia, svegliati!!!!!!

maricap

Lun, 04/05/2015 - 10:59

Part 2) Democrazia,Demos cratos, ovvero Governo del Popolo. Se questa è democrazia, allora W la presa di potere, da parte di chi, veramente tutela gli interessi del popolo. Comunisti, gente de merd, non datemi subito del fascista, come siete soliti fare, a voi, infatti, per quanto riguarda i regimi autoritari, non vi ha mai battuto nessuno. Nemmeno baffetto il nazista, ha saputo fare “ Meglio” di Baffone il comunista, da voi incensato, e invocato con la celebre frase scritta a suo tempo sugl'italici muri “ Addavenì Baffone”. Avete cambiato nome diverse volte, vi siete scissi in correnti varie, ma siete rimasti sempre gli stessi ovvero, vedi sopra.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 04/05/2015 - 11:00

Questa non è una notizia ma la conferma dell'indecente connubio tra Terrorismo Rosso (anche se camuffato di nero)e certa Magistratura, sempre e comunque dalla parte dei più violenti ossia dei comunisti assassini.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 04/05/2015 - 11:01

Eyes wide shut. Ovvero: non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere.

filger

Lun, 04/05/2015 - 11:02

Un titolo perfetto, cose che ripeto da tempo: la magistratura sessantottina ormai ha il suo esercito di teppisti a suo uso e consumo!

marinaio

Lun, 04/05/2015 - 11:03

Fate nome e cognome di questo giudice!!! voglio denunciarlo e nel frattempo chiederne l'estradizione.

Ritratto di makisenefrega

makisenefrega

Lun, 04/05/2015 - 11:07

Che schifo. Poi non è vero che i giudici sono politicizzati... bah!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 04/05/2015 - 11:07

Mi chiedo perché siamo qui tutte le volte a lamentarci , dopo, dei danni incalcolabili d'immagine e di distruzioni fatti da un gruppuscolo di "esaltati". Possibile che qualcuno(ministro dell’interno, sindaco, questore…) non arrivi a capire, visto che da certa magistratura non ci si può aspettare aiuto, che per un giorno è più conveniente far convergere non 2000 ma ventimila poliziotti (su più di 100.000) a tenere il corteo scortato da due file di forze dell'ordine per tutto il percorso e portare poi, quanti vengono visti con abiti e materiale vario pericoloso, per l'identificazione e l'interdizione a partecipare a cortei per 10 anni, che subire altrimenti il costo delle nefandezze fatte dai “terroristi”?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 04/05/2015 - 11:09

Non scopriamo certo oggi che tutte le più alte Istituzioni Italiane sono infarcite di individui che meriterebbero di essere fucilati alla schiena. Certa Magistratura, infatti, dagli anni 60 in poi, si è sempre confermata e distinta nel portare soccorso alle peggiori CANAGLIE COMUNISTE spacciandole per ragazzotti esuberanti e non per i TERRORISTI che sono stati e continuano ad essere grazie ai complici anch'essi vestiti di nero.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 04/05/2015 - 11:10

Non si può cominciare a portare davanti all'opinione pubblica il comportamento di certi giudici con nome e cognome?

Giorgio5819

Lun, 04/05/2015 - 11:12

Ministro dell'interno ? Presidente della repubblica ? Presidente del consiglio superiore della magistratura? Vuoto, nessuno...silenzio di tomba. Sveglia Italia !

millycarlino

Lun, 04/05/2015 - 11:12

Le toghe "complici" si comporteranno allo stesso modo quando arriverà l'ISIS? Credo sia arrivato il momento di andare a destra...voglio dire senza "centro". Siamo stanchi di questi supporti del comunismo! Milly Carlino

clz200

Lun, 04/05/2015 - 11:13

questi ce li troveremo candidati a qualche incarico politico con sorrisi a 64 denti, il tempo di prendere il vitalizio e se ne andranno anche loro con il malloppo, sindacalisti e magistrati saranno la prossima classe dirigente se il popolo bue non si sveglia

elio2

Lun, 04/05/2015 - 11:21

E chi lo ha mai messo in dubbio? Forse solo gli utili idioti che sostengono i compagni.

elgar

Lun, 04/05/2015 - 11:24

Strano che per espellere un cittadino ci vogliono prove. Però se ti trovo con passamontagna e vernici spray le prove non servono. Ovvio. Così si va a vedere una partita. Infatti ogni tifoso che va alla partita di solito ci va con tanto di passamontagna. E' prassi consolidata. E il giudice questo lo sa. Soprattutto se uno se ne parte dalla Germania per vedere il Bologna in campo. E' tifo allo stato puro.

Mobius

Lun, 04/05/2015 - 11:25

Gli insegnamenti del nefasto Antonio Gramsci hanno avuto successo: la teppaglia comunista ha occupato anche la magistratura.

Beaufou

Lun, 04/05/2015 - 11:29

E cominciamo a schedarli, questi giudici stile Vannicelli, e a vedere che trascorsi hanno. Probabilmente sono ex sessantottini con mai sopite nostalgie delle violenze di piazza. Gente da cui guardarsi e da rendere inoffensiva, e in ogno caso da allontanare al più presto dalla magistratura.

vince50_19

Lun, 04/05/2015 - 11:35

Interpretare, applicare ad litteram leggi.. Cosa volete farci, la discrezionalità è il punto di "orgoglio" di certa magistratura. Se dopo le cose vanno male, amen..

buri

Lun, 04/05/2015 - 11:43

Già si sapeva o quanto meno si sospettava. ora sembra provato, con la legislazione e la costituzione attuale non ci sono rimedi, perché disognerebbe una legge costituzionale per abolire il CSM e riportareka magistratura alle dipendenze del ministero della giustizia, cosa impensabile. lo si potrebbe fare solo con la forza èer essere poi accusato di colpo si stato

Mobius

Lun, 04/05/2015 - 11:44

Quoto in pieno, Beaufou (11:29)

INGVDI

Lun, 04/05/2015 - 11:44

Aggiungerei il governo del cattocomunista Renzi e soci.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 04/05/2015 - 11:47

Gentaglia che non tiene vergogna di nulla. Sono indecenti più dei mafiosi.

quapropter

Lun, 04/05/2015 - 11:55

Anche i giudici sono uomini, e daje! Andare contro questi antagonisti, sostenuti da ben note forze politiche, significa giocarsi avanzamenti di carriera. Mica hanno scritto giocondo in fronte! Del resto se anche Renzi li chiami teppistelli, che altro ci possiamo aspettare? Una domanda però si impone: se sono quattro teppistelli figli di papà, come mai lo Stato non è in grado di fermarli? Sono solo... quattro! Ma che razza di Stato e mai questo? Povera Italia. Come l'hanno distrutta questa nostra bella Italia che fu.

sminestra

Lun, 04/05/2015 - 11:58

non sarebbe possibile che certi giudici, anziche aspettare in tribunale, stessero in 1 prima fila con i polizziotti in modo da poter giudicare gli arrestati in direttissima. penso che non potrebbero non vedere la violenza che certe persone esercitano. Così si renderebbero veramente conto quanto male fanno a rendere liberi certi personaggi.

handy13

Lun, 04/05/2015 - 11:58

...la colpa è sempre della POLITICA,...che fa delle leggi che lasciano TROPPA interpretazione ai giudici,.!!..

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 04/05/2015 - 12:03

E' proprio il caso di dire "La polizia incrimina la legge assolve", titolo di un film degli anni '70. sono passati circa 45 anni ma la musica per un motivo o per l'altro è sempre la stessa. L'unica differenza sta nel fatto che 40 anni fa, immediatamente dopo il sessantotto, molti magistrati avevano paura di ritorsioni, oggi invece sono figli del sessantotto e dem simpatizzanti sinistroidi che giustificano tutte le azioni, anche violente, della sinistra extraparlamentare. Magistratura completamente da rifondare....

rigadritto

Lun, 04/05/2015 - 12:06

italia, zimbello del mondo intero

paràpadano

Lun, 04/05/2015 - 12:08

Perché insistere a chiamarli magistrati ? Questi non sono altro che i black bloc della giustizia.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Lun, 04/05/2015 - 12:09

La via criminale al potere: quella sempre usata dai comunisti.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 04/05/2015 - 12:17

Poi però se uno o più italiani prendono un trattore del 1956 rotto e ci scrivono su carro armato, allora apriti cielo; gravissimo attacco allo Stato, alla Repubblica ed alla Costituzione... Anche se il cittadino italiano ha 80 anni...

giovanni PERINCIOLO

Lun, 04/05/2015 - 12:19

Alla prima occasione militarizzare tutti i magistrati e mandare loro in prima linea e le forze dell'ordine solo in seconda fila! Forse dopo potrebbe anche darsi che qualcuno di loro si ravveda, almeno quelli che sono in "buona fede" mentre gli altri, i compagni in toga, credo siano irrecuperabili!

plaunad

Lun, 04/05/2015 - 12:20

Meno male che qualcuno osa ancora dire la veritá. Ovviamente la grande stampa di regime osserva il silenzio piú assoluto.

Giorgio5819

Lun, 04/05/2015 - 12:20

Adesso questi giudici vadano ad incontrare personalmente, uno per uno, gli undici feriti delle forze dell'ordine. Si facciano quattro passi nelle vie devastate e si presentino ai negozianti danneggiati.

Fradi

Lun, 04/05/2015 - 12:21

Incriminate il magistrato perchè non poteva non sapere.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 04/05/2015 - 12:24

...."dovevano essere «usati - scrive il giudice - come rudimentali maschere a protezione del respiro dai vapori tossici della vernice spray, con la quale i cosiddetti writer hanno a che fare per ore intere".... Come dobbiamo considerarlo questo "giudice"??? I casi sono due, o é connivente e vede solo cio' che vuole vedere oppure é talmente sprovveduto che dovrebbe essere subito radiato per manifesta incapacità!

kayak65

Lun, 04/05/2015 - 12:29

non mi stupirei se I tra I fermati torvassimo qualche figlio di magistrato amico del giudice inetto che ha rimesso in liberta' delinquenti simili. amico salva amico. il conto invece sempre agli italiani. devastazioni e stipendi compresi. magari poi si aspettano solidarieta'se qualche pazzo li colpisce...

agosvac

Lun, 04/05/2015 - 12:29

Che molti magistrati, sia inquirenti che giudicanti, siano conniventi con gli antagonisti di tutti i generi , da quelli "pacifici"(ammesso che esistano) a quelli "violenti" ormai si sa da svariati anni. Quel che non si sa bene è il motivo. La risposta più semplice è che in famiglia abbiano degli "scontenti" e quindi temono di dovere un giorno o l'altro inquisire o giudicare un figlio o un nipote!!! Allora tutti liberi!!! Altra risposta sarebbe l'appartenenza politica: si sa che gli antagonisti molto raramente sono moderati, se lo fossero non sarebbero antagonisti.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 04/05/2015 - 12:34

I magistrati come la fanno, sbagliano sempre. Se prendono misure cautelari sono spietati, si dice che si sentono superiori e infallibili e che provocano suicidi, nonché provocano articoli che li accusano di tutto questo (vedi "Se la giustizia non ha pietà neanche di un padre", di Salvatore Tramontano, su questo Giornale). Se invece fanno i garantisti, allora sono "politicizzati" e complici dei criminali, come in questo caso. Gli opinionisti di centro-destra hanno un atteggiamento contraddittorio rispetto alla magistratura. Urge comunque secondo me una legge più restrittiva rispetto ai cortei e alle manifestazioni, in modo che non si possano tenere nei centri storici, e che dia maggiori possibilità alla polizia di intervenire, anche a livello preventivo.

Ritratto di kikina69

kikina69

Lun, 04/05/2015 - 12:38

@Quapropter complimenti per l'arguzia. Il Premier Renzi non si è reso conto che con la sua affermazione "sono 4 teppistelli figli di papà" ha leso l'immagine del nostro paese e delle nostre forze dell'ordine. Insomma ci ha fatto fare la figura dei cioccolatini. Se duemila poliziotti infatti non riescono a fermare 4 figli di papà siamo proprio alla frutta.. e quando arriveranno i tagliagole?

tonipier

Lun, 04/05/2015 - 12:46

" BISOGNA PULIRE IMMEDIATAMENTE LE FOGNE ALTRIMENTI SARA' UN DISASTRO" Questo caos confusionale del tutto legale per la casta,fa comodo, per mischiare le carte dei loro soprusi fatti al cittadino.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Lun, 04/05/2015 - 12:57

...I nemici di questo povero ma bel Paese, sono tanti; Sono altresì tanti i terreni incolti di cui questo Paese dispone, per cui, basterebbe indurre questi soggetti a cambiare mestiere ed a guadagnarsi il pane con il sudore della fronte, come già fanno tantissimi onesti cittadini ai quali, le istituzioni, causa lotte interne di potere, non sono nelle condizioni di garantire ordine e sicurezza pubblica. La democrazia difetta per l'incapacità di decidere e per la ricerca delle responsabilità; La dittatura non ha di questi difetti ma, di ben più gravi, per cui sarebbe auspicabili, per apprezzare la libertà, che tutti la conoscessero, almeno per venti anni della loro vita.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 04/05/2015 - 13:10

Come nel 1922 hanno "chiuso un occhio" e lasciato aprire la stagione dell'olio di ricino con buona pace dei poteri che alla fine hanno avviluppato tutte le menti libere. Se la legge dell'occhio per occhio e dente per dente non è cristiana tanto meno lo è il libero arbitrio verso chi rimanendo entro la norma di legge non reagisce in autodifesa.

Ritratto di Chichi

Chichi

Lun, 04/05/2015 - 13:15

Più che complici, direi che sono loro, insieme alla sinistra neanche tanto estrema, la mente pensante dei black bloc. La teppaglia dei centri così detti sociali se la curano nei licei e nelle altre scuole di secondo grado. Riempiono, come fossero bottiglie vuoto a perdere, la mente di ragazzini e ragazzine con le loro idee pseudo rivoluzionarie e poi li lanciano a fare il lavoro sporco. Purtroppo, oggi nel giornale.it non appare l’editoriale di Piero Ostellino, «Gli idioti in piazza e quelli (peggiori) che non condannano», apparso sul cartaceo. Spero lo pubblichino domani. Lo si legge d’un fiato.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 04/05/2015 - 13:18

Dato che da tempo immemorabile esiste il detto:"Cane non morde cane",non è che certi nostri magistrati che non mordono i delinquenti sono a loro volta ...

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 04/05/2015 - 13:26

Curioso che questo "giudice Guido Vannicelli" nel 2015 creda ancora che i comunisti, nella storia, siano stati migliori dei fascisti.

vince50_19

Lun, 04/05/2015 - 13:32

liberopensiero77 - Ha letto l' "Ultracasta dei magistrati" del giornalista Stefano Livadiotti? Giusto per citare un giornalista che scrive in un gruppo editoriale di csx (Repubblica-Espresso) e che non ha certo avuto la manina leggera. In quel resoconto si fa riferimento ad ATTI DEL CSM non ad aria fritta rimescolata.. sono curioso di leggere cosa architetterà per dire che lei è equidistante.. Dico bene?

plaunad

Lun, 04/05/2015 - 13:35

"liberopensiero77 Altra buona occasione persa per stare zitto. I giudici hanno ampia discrezionalitá. Se non la sanno usare é colpa loro e vanno allontanati.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Lun, 04/05/2015 - 13:44

Bravi! Era ora che qualcuno avesse il coraggio di sbattere - questi magistrati - in prima pagina e dire chiaramente che con il loro "estremo garantismo" sono i maggiori responsabili di queste deprecabili devastazioni. Dovrebbero essere condannati per favoreggiamento a delinquere. La devono smettere di manipolare le leggi e applicare la giustizia con la discrezionalità a loro più congeniale. Purtroppo nessuno riesce fermare questo "manipolo" di magistrati che così facendo erodono, tra l'altro, sempre più anche la reputazione dei loro più seri e virtuosi colleghi. Per intanto a pagare, é sempre il popolo bue.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 04/05/2015 - 13:59

@plaunad, il problema è che a leggere certi commenti bisognerebbe allontanarli tutti, perché sarebbero tutti una sorta di casta criminale. Ovviamente sono umani, e come tutti possono sbagliare, ma dica Lei se è realistico pensare di allontanare tutti i magistrati ...

roberto zanella

Lun, 04/05/2015 - 14:03

aveva ragione Berlusconi,ci sono gruppi di magistrati di sinistra che sone dei black bloc sempre neri ma con toga . Non si può definirli incapaci ma bensì Eversivi

Mobius

Lun, 04/05/2015 - 14:08

@liberopensiero77 (12:34), il quadro da lei presentato mi pare alquanto sbilenco, e col suo permesso mi provo a raddrizzarlo: se i giudici prendessero misure cautelari contro i sospetti (fortemente sospetti) delinquenti; e se fossero garantisti nei confronti di persone che, fino a prova contraria sono da considerarsi "pulite"; ecco, allora il quadro apparirebbe meglio disposto. Lei dice che gli opinionisti di centro-destra hanno un atteggiamento contraddittorio rispetto alla magistratura; a noi pare invece che la magistratura abbia un atteggiamento contradditorio verso il senso comune.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 04/05/2015 - 14:21

@vince50_19, del libro che cita ho letto qualche stralcio su internet. Non mi sembra che dica nulla di sorprendente. L'Italia è il Paese delle caste, delle corporazioni e delle lobby (politici, magistrati, diplomatici, prefetti, dirigenti, notai, farmacisti, avvocati, pubblici dipendenti, imprenditori legati ai politici, ecc.). Le caste andrebbero tutte ridimensionate e ridotti i loro privilegi, tuttavia non bisogna esagerare e fare di tutta l'erba un fascio. Nel libro che cita si dice addirittura che i magistrati guidano e controllano i politici, ma sono questi ultimi che fanno le leggi, e non il contrario. Ora, se la critica serve per fare una seria riforma della giustizia, allora ben venga, se serve invece a delegittimare i magistrati nella loro azione, e a giustificare l'illegalità e le azioni violente contro la magistratura (vedi omicidi al Tribunale di Milano), allora dissento totalmente.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Lun, 04/05/2015 - 14:30

Siamo ne 2015! Il pensiero di Gramsci colpisce ancora più di prima, ha scritto:"invece di combattere il sistema fate in modo di entrarvi così lo cambierete dall'interno con le vostre azioni" Detto e fatto! La magistratura ha imparato la lezione ed eseguisce! D'altra parte è risaputo che negli anni 50/60 ad alcuni giovani iscritti nella FGCI (federazione giovanile comunista italiana)più meritevoli, il partito (PCI)pagava gli studi universitari di legge o al limite di scienze politiche. Dopoi 50 anni questo è il risultato!!!

Joe Larius

Lun, 04/05/2015 - 14:32

Repetita iuvant:"Le LEGGI, la morale e la religione fanno parte dei molti pregiudizi borghesi che nascondono altrettanto numerosi interessi borghesi" (Manifesto del partito comunista) – Charly Marx. Traduzione: solo i comunisti possono comminare qualsiasi pena o ignorare qualsiasi infrazione o delitto per realizzare le fregnacce di cui abbonda la loro eccelsa dottrina.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 04/05/2015 - 14:58

@Mobius, provo io a raddrizzare il Suo intervento. Non bastano i sospetti (chiamiamoli "gravi indizi di colpevolezza", è un linguaggio più giuridico), per prendere misure cautelari in materia penale, ci vogliono anche le "esigenze cautelari", ai sensi dagli articoli 273 e 274 del codice di procedura penale. Cioè in pratica si tratta di: rischi di inquinamento delle prove, di fuga dell'imputato, o di reiterazione del reato. Non basta il senso comune, i magistrati devono mantenersi nel quadro delle leggi vigenti.

Vero_liberista

Lun, 04/05/2015 - 15:10

Una cosa mi sfugge: se io vado in giro a imbrattare spazi pubblici senza alcuna autorizzazione a farlo incorro o no in qualche reato? Se si ( e credo proprio di si) è come se il teppista avesse detto al magistrato: quello che porto mi serve per commettere un reato, posso? e il magistrato: nessun problema , fai pure... (anziché sequestrargli gli strumenti necessari a commettere il reato e magari denunciarlo). Domanda finale: ma un simile magistrato può ancora fare il magistrato può ancora fare il magistrato?...E uno stato che permette a uno cosi di fare il magistrato, pagato dalla collettività, è ancora uno Stato civile?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 04/05/2015 - 16:45

Aggiungo poi che per il reato di devastazione e saccheggio (art. 419 del codice penale), la procedibilità è d'ufficio, il fermo è consentito e l'arresto è obbligatorio. L'arresto quindi, in flagranza di reato, riguarda le forze dell'ordine, che dovrebbero intervenire, non hanno bisogno del placet del magistrato. Il magistrato interviene dopo, per istruire il processo.

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 04/05/2015 - 18:25

DI UNA VERGOGNA SENZA PARI. EMINENZE GRIGIE CHE SEDETE NELL'EMPIREO DELLA GIUSTIZIA AVETE NULLA DA DIRE? SE NO, ABBIATE LA COMPIACENZA DI ILLUMINARE NOI POVERI IGNORANTI CHE NON CAPIAMO LE SOTTILI DIFFERENZE ED I LEGALI CAVILLI CHE PORTANO A CREDERE AD OCCHI CHIUSI A COLORO CHE PLATEALMENTE SONO SOLO DELINQUENTI IN LIBERTA'. MA SIAMO IN UN PAESE O IN UNA GIUNGLA?

Mobius

Lun, 04/05/2015 - 21:28

@liberopensiero77 (14:58), beh, se per le"esigenze cautelari" non basta trovare un automezzo pieno di materiale atto alla guerriglia urbana... Sono poi le leggi che dovrebbero adeguarsi al senso comune, ed i magistrati di sinistra hanno più volte dimostrato di preferire le proprie libere interpretazioni all'obbligo di "mantenersi nel quadro delle leggi vigenti".

vince50_19

Mar, 05/05/2015 - 07:14

liberopensiero77 - Lo legga per intero quel libro, giusto per rendersi conto che quella casta autoreferenziale mette in crisi chiunque si "permette" di mettere mani sulla giustizia senza il loro "augusto" parere. Già Boato nel 1997 tentò di fare una riforma della giustizia (Boato - Verdi) e nulla si fece perché Anm "bloccò" tutto. Siamo in un paese democratico in cui il parlamento è autonomo e sovrano? Mi sovvengono molti dubbi.. Adesso non tiri in ballo altri ragionamenti ché io sto parlando solo della giustizia. Spiegato mi sono?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 05/05/2015 - 10:04

@Mobius, mi faccia capire, Lei sta dicendo che i magistrati dovrebbero, fregandosene del codice di procedura penale, arrestare la gente solo sulla base di "gravi sospetti", come si faceva nella Francia giacobina di Robespierre? Oppure che le leggi devono cambiare e adeguarsi al suo criterio semplicistico del "sospetto"? Non è che è Lei che ha tendenze giacobine?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 05/05/2015 - 10:27

@vince50_19, guardi che la riforma della giustizia si sta facendo. E' chiaro che ci sono grosse resistenze e interferenze, pure nel 2014 è stato approvato un primo decreto-legge (n. 132 del 2014) sulla giustizia civile, e altre leggi sono in discussione, come la "Delega al Governo recante disposizioni per l'efficienza del processo civile" (atto Camera n. 2953). Spiegato mi sono?

Mobius

Mar, 05/05/2015 - 11:21

@liberopensiero77 (10:04), niente giacobinismi. Non intendo dire che in base a "gravi sospetti" chiunque vada sbattuto in cella e buttando via la chiave, però qualche severa misura preventiva la si può adottare. Se si vede vagare per strada un Kabobo col piccone in spalla e l'aria stralunata, è lecito portarlo, anche di peso, in questura e indagarlo. Se si trovano quattro o cinque ragazzotti con un furgone pieno di materiale da guerriglia urbana, è lecito supporre che abbiano intenzioni alquanto strambe, e quindi portarli in questura, interrogarli e torchiarli a fondo e magari sbatterli in cella, sia pure temporaneamente, a scopo preventivo. Per tornare alla pratica giacobina del sospetto, mi limito a ricordarle il trattamento riservato dalla magistratura a Berlusconi; mi sembra che altro non serva dire.

vince50_19

Mar, 05/05/2015 - 12:53

liberopensiero77 - Ma non faccia il finto tonto: quello che hanno fatto finora è praticamente aria fritta, non incide minimamente sulla qualità e sulla tempistica della giustizia italiana. A quando la risoluzione finale, alle calende greche, visto che appena si parla di giustizia da modificare arrivano immediatamente avvisaglie in "casa" Renzi? Adesso lo riscrivo di nuovo: spiegato mi sono?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 05/05/2015 - 14:34

@vince50_19, è chiaro che Lei ha delle preclusioni rispetto al governo Renzi, in sella da poco più di un anno. Il centro-destra ha fatto molto di più? Adesso non mi risponda dicendo che non lo ha fatto perché i magistrati "controllavano" Berlusconi, perché io non ho visto neanche una riforma organica proposta. Lo dice Lei che si tratta di aria fritta, lo ha letto il disegno di legge sul processo civile che ho segnalato? Il fatto poi che i magistrati stanno lì pronti a mandare avvisi di garanzie a quelli che cercano di riformarli, mi spiace dirlo, ma è poco più di una chiacchiera da bar ... Comunque ne riparliamo fra qualche mese, quando la riforma sarà completata.

vince50_19

Mer, 06/05/2015 - 08:02

liberopensiero77 - Invece lei soffre di berlusconofobia conclamata! Appena Renzi ha parlato di riforma della giustizia chissà perché è arrivato al padre un avviso di garanzia (chiacchiera da bar anche la tempistica della promozione di un certo magistrato dopo l'archiviazione della pratica Renzi sr.?). L'unico che x me ha provato a riformare la giustizia è stato Boato e Anm lo ha stoppato. La sinistra al governo in quel periodo ha, naturalmente, abbozzato. Le ricordo altresì che il sottoscritto non gioca a guelfi contro ghibellini, sx contro dx da anni, come ho pure detto che non ho mai votato silviuzzo. Vorrò vedere quando faranno la riforma del processo penale, se sotto dettatura o meno, dato che ci ha pure provato anche la Finocchiaro ed è stata pure lei stoppata. Al momento Renzi è stato capace di andare avanti a colpi di fiducia (35 o 36): dovrebbe avere le palle per riformare i regolamenti di camera e senato, altrimenti non cambierà mai niente.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 06/05/2015 - 10:43

@vince50_19, Lei è in clamoroso errore, dato che ho votato Fini e Berlusconi per anni (quindi, nessuna "berlusconofobia"), prima di lasciar perdere per incapacità conclamata del centro-destra di riuscire a fare le riforme! Per il resto ribadisco quanto ho detto: non ho preclusioni, e aspetto di vedere le riforme, ho più fiducia di Lei in questa possibilità.