ilGiornale.it
Chef allo specchio


Gualtiero Marchesi


Gualtiero Marchesi, 86 anni, è stato il primo cuoco a ricevere le 3 stelle Michelin in Italia. Il primo a restituirle quando ha capito che il pubblico della rete, e poi dei social, utilizzava nuovi strumenti di valutazione e informazione. Si è confrontato con l’industria, con soddisfazione ma anche con sconfitte, per raggiungere il mercato del grande pubblico. Ha partecipato a progetti di ricerca per portare la qualità del cibo nelle scuole e negli ospedali. Ha codificato la sua cucina e la cucina italiana, con i libri Il codice Marchesi e La cucina italiana. Afferma che la cucina sia un mezzo di espressione e non un fine. Ha voluto l’iPad nel ristorante Marchesi alla Scala per presentare con immagini il piatto, fornendo tutte le informazioni nutrizionali. La Fondazione a lui intitolata nel 2018 avrà sede nella grande villa che sarà ristrutturata adattandola alle esigenze dell’accademia di alta formazione dei cuochi, con la creazione di aule attrezzate e di ambienti per lo studio delle diverse arti. La nuova sede accoglierà anche la grande mostra su Marchesi realizzata nel 2010 al Castello Sforzesco di Milano e ospiterà incontri dedicati su temi specifici. Nel frattempo, l’Accademia svolge la propria attività nella sede inaugurata nel giugno 2014 a Milano in via Bonvesin de la Riva 5. Marchesi ha in questi giorni presentato il suo nuovo libro intitolato “OPERE/WORKS” edito da Cinquesensi: un libro di 133 piatti (e non ricette), introdotto da una conversazione con Gillo Dorfles.