Cronache
Corona torna in Tribunale: "Spero Dio mi dia la forza di dire le cose giuste"
Politica
Meloni: "Rifletteremo se aderire a 'The Movement' "
Politica
Manovra, Fico: "Necessario mettere liquidità vera nelle tasche degli italiani in difficoltà
Olimpiadi, Toninelli "Torino la scelta migliore, tridente idea caotica"
Se Bersani canta Vasco: "Quella voglia di sinistra tornerà"
Kololli celebra il gol saltando nel fossato

Caso Cucchi: "Hai detto in giro che vi siete divertiti a picchiarlo"

Nell'inchiesta a carico di 5 carabinieri indagati per la morte di Stefano Cucchi, il giovane arrestato il 15 ottobre 2009 e morto dopo una settimana di detenzione, i magistrati hanno inserito negli atti anche l'intercettazione di una telefonata fra uno degli indagati, Raffaele D’Alessandro, e la sua ex moglie. La donna, ritenuta attendibile dagli inquirenti, mette in guardia D'Alessandro: "Prima o poi arriveranno a te. Hai raccontato a un sacco di persone di come vi siete divertiti a picchiare quel drogato di merda."

Commenti

giovauriem

Gio, 31/12/2015 - 13:44

ecco il tessuto istituzionale italiano , la classe operaia(le forze dell'ordine) va in paradiso , dove stanno i bilanciamenti di potere ? come fanno 5 operai (carabinieri) a detenere tutto questo potere ? i loro capi (peggiori di loro) non hanno fatto altro che coprirli , arrivati a questo punto mi chiedo : dobbiamo aver paura delle guardie o dei ladri ?

Silvio B Parodi

Gio, 31/12/2015 - 19:57

hai detto tu che l'avete menato!!! e lui dice ma che ca...o stai dicendo?? quindi non e' vero.
quello e' morto perche era in fase finale di vita dovuto alla droga. adesso I parenti difendono un drogato??? dovevano difenderlo prima contro la droga.

Daniel Silva
Fuorigiri