Spettacoli
Video backstage sul set de "Il Paradiso delle Signore"
Politica
La senatrice Pd canta 'Bandiera rossa'
Roma
Prima la rapina sul bus, poi le botte ai carabinieri: marocchino arrestato a Roma
Botte ai carabinieri che lo controllano: clandestino senegalese in manette
Scontri all'aeroporto di Barcellona tra indipendentisti catalani e polizia
Pro Vita contro la campagna a favore dell'eutanasia

Ecco la telefonata di Imane Fadil

"Sentivo che volevano avvelenarmi e farmi fuori. Io lo sapevo, stavo morendo, sapevo che qualcuno aveva fatto qualcosa, ma non ho detto niente perché era giusto che non lo dicessi io ma che i medici ne avessero la certezza". Così, in una telefonata al suo avvocato datata 12 febbraio, Imane Fadil, morta il primo marzo dopo un mese di agonia a causa di un'aplasia midollare