Autonomie, Conte (LeU): “Salvini attenta all’Italia come Visegrad attenta all’Europa”
Autonomie, Rostan (LeU): “Proposta Governo si affermerebbe in violazione del dettato Costituzionale”
Autonomie, Rostan e Conte (LeU) lanciano a Napoli manifesto “Cittadino Sudd” contro discriminazioni
Tav, Meloni: “Maggioranza fa il gioco delle tre carte, bloccarla sarebbe errore drammatico”
Meloni firma per l’adesione di Fratelli d’Italia all’Acre
Lapsus di Fico in Aula: “Vaglio di ammissibilità ammissibile…vaglio rimane vagliato, chiaramente”

Nuovo sciame sismico nel Catanese, scossa di magnitudo 3.5

Notte di paura nel catanese per una nuova serie di scosse di terremoto. La più forte, di magnitudo 3.5, è stata registrata alle 5,10 con epicentro a 7 chilometri da Ragalna. Al momento non sono segnalati danni a cose e persone. È dalla fine di dicembre che la terra trema, da quando l'Etna ha ripreso la sua attività. La scossa più forte resta quella registrata tra Natale e Santo Stefano di una magnitudo 4.8, che ha provocato 28 feriti e numerosi crolli. Inagibili 505 immobili, salgono a 1096 gli sfollati. Quasi 800 persone sono ospitate in alberghi convenzionati con la Regione Sicilia, 300 in modo autonomo da amici e parenti.

Commenti

cgf

Ven, 04/01/2019 - 18:07

l'Etna inesorabilmente sta collassando a mare, non è un'ipotesi. Può essere domani come tra 200 o 500 anni, ma inevitabile.

Calendario eventi