Venezuela, gli ultimi istanti di Oscar Perez
Maltrattava bambini in asilo, arrestata maestra a Susa
Esplosione in Belgio, si scava tra le macerie
Anversa, esplode una palazzina
Dolores O'Riordan e il bacio lanciato ai fan nell'ultimo concerto
Dolores O'Riordan, l'ultima foto su Twitter

Il sogno di uno stadio accessibile

"Spero che le cose a San Siro cambino per noi disabili": è questo il sogno di Francesco Gallone, tifoso ventenne dell'Inter. I problemi sono molti: lo stadio è vecchio e una ristrutturazione da 23 milioni di euro non sarà sufficiente a renderlo del tutto accessibile; il numero dei posti è inferiore al minimo imposto da qualsiasi normativa vigente in materia; la visibilità è scarsa. Ma qualcosa si sta muovendo in vista della finale di Champions League "e anche per il futuro", assicura Marco Lomazzi, uno dei due Ad di Mi-Stadio, la società che gestisce il Meazza. Intanto Francesco fa un appello alla sua Inter: il sogno è quello di poter acquistare, un giorno, un abbonamento e scegliere il posto da cui godersi la partita.

Viaggio nel tempo

Calendario eventi