Diciotti, Meloni: “Richiesta risarcimento è una farsa”
Vertice M5S con Grillo, Di Maio e Casaleggio all’hotel Forum di Roma. Le immagini
Vertice M5S, Grillo scherza: “Vertice con Di Maio? È dal ’95 che fai questa domanda”
Firenze, la polizia libera l'ex clinica del Pergolino
Autonomia, Conte: “Percorso considererà solidarietà nazionale”
Manovra, Conte: “C’è attenzione verso le imprese, soprattutto medio-piccole”

Spari contro un migrante a Pistoia, i responsabili sono due 13enni

La Polizia di Stato di Pistoia ha individuato gli autori delle offese e delle esplosioni di alcuni colpi a salve nei confronti di un cittadino gambiano avvenute nella serata del 2 agosto u.s.
Le indagini dei poliziotti della DIGOS e della Squadra Mobile, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Pistoia, hanno permesso di accertare, mediante testimonianze e l´esame delle immagini di sorveglianza della zona e sopralluoghi, la presenza di un gruppo di giovani pistoiesi minorenni che, nelle ore in cui sono avvenuti i fatti, si aggirava in zona di Vicofaro.
Su delega dell´A.G. la Polizia di Stato ha effettuato, presso le abitazioni di alcuni di questi, delle perquisizioni volte al ritrovamento dell´arma utilizzata.
In questa fase due minori degli anni 14, alla presenza dei genitori, hanno fornito spontanee dichiarazioni ammettendo le loro responsabilità e consentendo così il rinvenimento, presso l´abitazione di uno di questi, della scacciacani utilizzata per l´azione delittuosa e di circa 200 proiettili a salve.
I due giovani, imputavano l'accaduto ad un momento goliardico, escludendo qualsiasi riconducibilità a motivi razziali o politici.
Trattandosi di cittadini minori di quattordici anni e quindi non imputabili, il fascicolo è stato trasmesso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Firenze. / fonte Polizia di Stato

Calendario eventi