Politica
Juncker all'ultimo Consiglio Europeo: "Continuerò ad occuparmi di Europa"
Politica
Conte: "Schiaffo ad Albania e Macedonia del Nord svantaggia UE"
Politica
Conte: "Quota 100 è un pilastro della Manovra"
Conte scherza sulla proposta Grillo: "Voto agli anziani? Facciamo sondaggio"
Voto Regionali, Conte: "Insensato pensare che influenzi il Governo"
Conte: "Confido che la manovra mantenga la sua coerenza"

A tutta frutta

Si svolge nel corso di questo weekend, a Milano, il primo Festival fruttariano d'Italia, "per promuovere un'alimentazione etica e sostenibile, nel rispetto della salute, dell’ambiente e degli animali", spiega Samanta Airoldi, una degli organizzatori. "L'essere umano nasce frugivoro - sostiene -. Basta osservare la presa prensile, la dentatura e l’apparato gastro-digerente, per capire che siamo fatti per prendere, masticare e digerire frutta".

I fruttariani dormono qualche ora a notte, bevono poca acqua e dicono di avere molta più energia e forza da quando hanno compiuto questa scelta radicale. Mangiano solo frutta dolce (come mele, uva, kaki), grassa (olive e avocado), ortaggio (melanzane, peperoni, zucchine, fagiolini e zucche). Cruda o cotta, condita soltanto con olio extravergine di oliva, peperoncino, anice stellata, paprika e pepe. Non toccano cereali, legumi, verdure, latticini e carne.

Nel corso della tre giorni, pensata da Fernando Bruno, titolare di Veganfruttariano, il primo ristorante fruttariano d'Italia, saranno proposte specialità ottenute con la "carpotecnia", che permette di preparare piatti simili a quelli noti, ma in chiave fruttariana, come la parmigiana di melanzane, gli gnocchi di platano al pomodoro, le tagliatelle di zucchine con la crema di zucca delica.

Mettono in guardia dai rischi della dieta fruttariana, però, gli esperti: "Questa, come tutte le diete estreme, è da evitare - afferma la nutrizionista Leda Roncoroni, del Centro per la prevenzione e diagnosi della malattia celiaca del Policlinico di Milano - perché non apporta tutti quei macro-elementi necessari come le proteine o i grassi. Bisogna stare molto attenti a questo regime alimentare che, soprattutto col tempo, può comportare deficit proteici o carenze di minerali come il ferro".