Mondo
Si lancia dal grattacielo, ma il paracadute non si apre
Cronache
Livorno, insulti alla cronista de "il Giornale"
Cronache
Livorno, insultata cronista de "il Giornale"
Così Di Maio ha presentato la candidatura di Caiata
Video recensione del film "The disaster artist"
Torino, gli slogan degli antagonisti contro la polizia

Vento troppo forte: aereo Emirates usa la tecnica del granchio

Disavventura a lieto fine per l'airbus A380 della Emirates durante un atterraggio a Manchester. L'aereo passeggeri più grande del mondo è stato costretto a lottare contro il vento ed è stato ripreso durante le operazioni di avvicinamento all'aeroporto, mentre le ali vengono scosse e il velivolo viene spostato dal forte vento.

Durante la fase di atterraggio, secondo gli addetti ai lavori, quando un aereo si trova in condizioni atmosferiche come queste, il pilota automatico deve essere disinserito e occorre procedere manualmente.

Il comandante, a questo punto, deve ricorrere ad una manovra particolare detta “crub”, che in inglese vuol dire “granchio”, perché l'aereo deve procedere lateralmente durante l'avvicinamento alla pista ricordando, per l'appunto, l'andatura dei crostacei.

Solo una volta in procinto di contatto con la pista, il pilota deve decrubbare, ovvero smette di camminare per traverso, riportando l'aeromobile ad allinearsi correttamente con la direzione di atterraggio, proprio come successo al comandante del gigante dei cieli, che ha portato a terra l'airbus in tutta sicurezza.

Calendario eventi