Mondo
Catalogna, Rajoy: "Applicheremo articolo 155"
Politica
Referendum autonomia, Alfano: favorevole ma senza scherzetti su unità nazionale
Politica
Def, Boccia: "Date le risorse non c'erano grandi aspettative, è in linea con le riforme fatte"
Renzi: "Ai cittadini non interessa quel che succede nel PD"
Salvini "chef" a Host prepara un piatto etnico
Backstage: la settimana in transatlantico

Lo schianto del razzo spaziale

Cosmodromo di Baikonur, Kazajistán. Il razzo trasportatore russo Proton-M con a bordo tre satelliti spaziali GLONASS è precipitato al suolo avvolto dalle fiamme dopo neanche un minuto dal decollo. Lo ha reso noto l'agenzia stampa russa RIA Novosti senza specificare le cause del fallimento. Non è chiaro dunque se all'origine del disastro (quantificato attorno ai 20 milioni di dollari) ci sia stato un problema al motore o al pannello di controllo. Nel razzo erano stivate circa 170 tonnellate di eptile, un combustibile chimico altamente tossico a causa del quale le autorità locali stanno ora valutando la possbilità di evacuare le zone limitrofe al punto d'impatto. A cura di Bobomatto

Commenti

syntronik

Mer, 03/07/2013 - 11:52

C'è lo zampino del del solito personaggio, spero che aprino una inchiesta a milano, per fortuna che hanno salvato i satelliti, uno di quelli serviva a tenere sotto controllo lo sviluppo che farà l'italia nei prossimi mesi, è solo spionaggio, per copiare quello che facciamo per "svilupparci" economicamente.

Viaggio nel tempo

Annunci