La grande beffa del Pos
Vauro choc in tv: "Fare chiarezza sui soldi del Cav"
È morto Riina, cosa pensano i cittadini
Fausto Brizzi, molestie o avance? Rispondono i giovani
Gianni Morandi al Giornale.it presenta il nuovo album D'amore e d'autore"
Nel "mercatino del rubato" che imbarazza i grillini

Gli scontri violenti in Turchia

Non si ferma la protesta in Turchia, anzi, si espande a macchia d'olio. Sono una settantina le città che protestano contro il tentativo di islamizzazione portato avanti dal primo ministro Recep Tayyp Erdogan fra cui Istanbul, Arkara, Bursa, Adana, Konya, Izmir e tante altre. La polizia, i cui eccessi sono già stati ammessi dal presidente, continua nel suo operato repressivo violento portando a tre il numero dei morti...dei feriti si è perso il conto. In tanti pensano che, se le cose dovessero proseguire su questa linea, presto il peese finirà per trovarsi coinvolto in una guerra civile simile a quella siriana le cui modalità erano fino ad ora sempre state condannate dalla Turchia. A cura di Bobomatto

Viaggio nel tempo

Annunci

Calendario eventi