La grande beffa del Pos
Vauro choc in tv: "Fare chiarezza sui soldi del Cav"
È morto Riina, cosa pensano i cittadini
Fausto Brizzi, molestie o avance? Rispondono i giovani
Gianni Morandi al Giornale.it presenta il nuovo album D'amore e d'autore"
Nel "mercatino del rubato" che imbarazza i grillini

L'islam moderato in piazza: "I terroristi? Giovani che sbagliano"

"I nostri fratelli e sorelle francesi sono morte ingiustamente e altri giovani si sono sacrificati credendo di morire per qualcosa. Sbagliando. Sbagliando". Così il coordinatore dei centri islamici milanesi, in piazza San Babila, ha parlato delle stragi di Parigi nel corso della manifestazione che il suo "Caim" ha convocato sabato pomeriggio con i Giovani musulmani e con "Partecipazione e spiritualità musulmana". All'iniziativa hanno partecipato circa 500 persone. Non molte, se si considera che le sigle aderenti sono state alla fine quasi cento, da tutto il Nord-Italia. La parola d'ordine? No al terrorismo, ma anche no alla guerra e all'islamofobia. Piccardo ha manifestato "cordoglio e sdegno per i fatti di Parigi" ma ha condannato anche la guerra «combattuta contro il proprio popolo in Siria», la "violenza a Gerusalemme" e le "occupazioni militari

Viaggio nel tempo

Annunci

Calendario eventi