Marò, anche l'ex ministro Terzi in campo
Il "drive in" della droga a Milano
Esposto Pd contro Ballarò, lo stupore di Scotto (Si)
La bandiera italiana a Washington
Esposto il certificato di nascita del royal baby
Marò, esposto contro chi li ha estradati

"Difendo Latorre e Girone, mi accusano di nazifascismo"

Il titolare del bar "Cipe" ad Affori: "Ho ricevuto una multa dal Comune e un esposto in cui mi si accusa di ospitare un covo di nazifascisti solo perché ho esposto uno striscione a favore dei marò. Accuse smentite dallo stesso ministro Alfano. Dal Comune però non è arivata alcuna scusa" - a cura di Giovanni Masini

Commenti

paci.augusto

Mar, 07/10/2014 - 08:55

Normalissimo comportamento per i comunisti del comune di Milano!! Il barista si ' è permesso ' di esporre uno striscione con tricolore a favore dei nostri marò che per i compagni sono ' militari fascisti assassini ' ( sic????!!!)!! Eppoi, tanti ottusi e disonesti sostengono che i comunisti non esistono più!!

narteco

Mar, 07/10/2014 - 15:30

Pisapia è sempre stato il sindaco dei rom,extracomunitari, clandestini,unica priorità case subito ai rom e moschee a pioggia,una siffata giunta sinistrata nec plus ultra dell'illegalità vedasi la malavitosa decurtazione del 94% delle multe notificate a pisapia dai suoi stessi vigili e che nonostante la mega figura di merda evidenziata anche dalle Iene di italia uno, pisapippa da recidivo totale ora cerca di saldarli elevando a milano migliaia di multe scandalose o peggio multando chi espone striscioni di indignazione contro la prigionia dei nostri marò e contro il degrado ed estrema insicurezza della città di milano a cui la giunta anarcocomunistoide ha tolto presidi militari nonchè quelli delle forze dell'ordine facendo aumentare a dismisura violenze e furti, ossia micro e macro criminalità a gogo, ma da uno che frequentava brigatisti sanguinari ed ebbe una condanna per banda armata scontata con 5 mesi a san vittore poi assolto grazie al certificato dello zio agnoletto e dell'influente padre cosa ci si poteva aspettare,al suo braccio sinistro limonta capo branco dei centri sociali gentili hanno rifiutato il visto per gli Usa solo poco tempo fa, data la sua pericolisità sociale. Bisogna elogiare e premiare con un ambrogino d'oro quelli come Giacinto carriero, un simile striscione andrebbe esposto a palazzo marino ed in tutta italia, isole comprese.

claudio63

Mar, 07/10/2014 - 18:23

Mi spiace per il proprietario del bar e fa specie la spedita risoluzione del comune pronto ad accusare con pesanti illazioni, e sempre pronto a giustificare l'atteggiamento dannoso e pericoloso socialmente di tanti cosiddetti centri sociali che il buon Limonta rappresenta ( caso strano, In USA mica ce lo fanno entrare...). Siamo sempre li: quando si espone una bandiera italiana, fatto salvo il GP di formula 1 e la nazionale calcio, allora si e' accusati di nazifascismo, se invece si espone uno striscione NO TAV o si lorda la fermata di una stazione della metropolitana con scritte similari, allora quella e' liberta' di PAROLA... E' sempre piu' difficile rimanere moderati e di idee di sinistra, un malvezzo che molti moderati cominciano seriamente a considerare e probabilmente li portera' piu' a destra. Colpa solo di qualche oltranzista radicale sinsitrorso che non ha mai lavorato e solo tirato ( meglio, fatto tirare) sanpietrini alle manifestazioni tanto a casa poi pagava babbo... Dico giusto, signor Sindaco?

ilGossip

Annunci