Roma
Roma, centro scommesse adibito a centrale di spaccio
A Milano la mostra "Elliott Erwitt. Family"
Cronache
80enne aggredita e rapinata da due balordi in scooter
Fermato con 1 Kg di droga su una Bmw, marocchino aggredisce poliziotti
L'addio di Trieste ai due poliziotti uccisi
Lampedusa, le immagini del barchino in fondo al mare

Durante il briefing Spicer 'sbaglia' nome di Trudeau

Una gaffe, o quasi. Una gaffe a metà, diciamo. Perché se i social network da ieri prendono in giro il "briefing" di Sean Spicer, accusandolo di non sapere nemmeno il nome del premier canadese e di averlo chiamato "Joe Trudeau", in realtà (ancora una volta) il portavoce della Casa Bianca ha incespicato nel leggere le pagine della conferenza stampa quotidiana con i giornalisti. Basta leggere la trascrizione, presente sul sito della presidenza americana, per rendersi conto che Spicer - forse per abitudine - stava citando il premier canadese per nome e cognome. Poi la correzione in corsa, con uno sguardo ai fogli. E quel "J.. Trudeau", su cui si è scatenata l'ilarità del web.

Commenti

nunavut

Lun, 20/02/2017 - 22:06

La persona che gli ha scritto il testo meriterebbe il licenziamento J. negli USA é le iniziali per Joe,essendo un nome estero lo avrebbe dovuto scrivere per intero,voluto o non voluto gli o le darei almeno una lavata di capo.