Maltrattava bambini in asilo, arrestata maestra a Susa
Esplosione in Belgio, si scava tra le macerie
Anversa, esplode una palazzina
Dolores O'Riordan e il bacio lanciato ai fan nell'ultimo concerto
Dolores O'Riordan, l'ultima foto su Twitter
Indonesia, crolla balconata nella Borsa di Giacarta

L'ironia di Gassmann: "Io sindaco di Roma? Ho troppi impegni"

“Ultimamente mi sono speso molto per la mia città che è Roma, la nostra capitale, che mi dispiace molto vedere in queste condizioni. Io ho 50 anni e in 50 anni Roma così non l'avevo mai vista. E' distrutta, abbandonata, sporca, pericolosa, ignorante, aggressiva, violenta. Come cittadino ho sentito il dovere di dirlo e di scriverlo sui social. Molti mi hanno scritto dicendo 'Gassmann sindaco'. Mi dispiace ma quello del politico è un mestiere e non sarei in grado. E poi non posso perché ho troppo da fare”. Queste le parole di Alessandro Gassmann, amare e ironiche allo stesso tempo, nel corso dell'incontro 'La professione dell'attore fra cinema e teatro – Due mondi, due linguaggi, una stessa anima', che si è tenuto nell'ambito del Lucca Effetto Cinema - a cura di LaPresse

Commenti

paolonardi

Ven, 16/10/2015 - 08:46

Gassmann ha ragione: le nostre citta' sono sempre piu' sporche e irriconoscibili. Amche la mia amata Firenze e' irriconoscibile ed era addirittura piu' pulita dopo il passaggio della guerra nonostante la macerie

Marcobaggio

Ven, 16/10/2015 - 15:10

Per il Teatro ed il Cinema,sarebbe un bene, così potrebbe occuparsi d'altro.

Anonimo (non verificato)

Nonlisopporto

Lun, 19/10/2015 - 13:23

un'altro cialtrone alla Marino

Viaggio nel tempo

Calendario eventi