Cronache
Abusa sessualmente della nipote 13enne quando la mamma non c'è: fermato zio-orco
Milano
Accoltellati durante una rissa tra stranieri: feriti due giovani egiziani
Mondo
Nca scopre giro di pedopornografia: donna pagata oltre 2mila sterline per stuprare bambina
Razzi, bombe carte e pietre: attacco No Tav agli agenti
Espulso dall'Italia, l'integralista si pente: "Voglio cambiare, tornerò"
A volto coperto cacciano pusher stranieri da quartiere, l'opinione si divide: indagini

Il Benevento retrocede, ma la festa del pubblico è commovente

Sabato sera il Benevento ha giocato contro il Genoa la sua ultima partita casalinga in Serie A. Nonostante la vittoria per 1-0, allo stadio Vigorito sarebbe stato lecito attendersi un'atmosfera dimessa. Invece, a fine partita, i tifosi campani hanno voluto rivolgere un abbraccio virtuale ai propri giocatori, cantando a squarciagola l'inno che li accompagnati nella sfortunata cavalcata in massima serie. E i giocatori, anziché limitarsi a salutare il pubblico, hanno partecipato alla "festa" con un intenso battimani. Queste le parole del coro del pubblico giallorosso: "Che vinca o che perda - noi siamo sempre qua - a sostener la maglia - sarà quel che sarà - e se sarà sudata - onori la città - difendi i miei colori - la mia mentalità - alè stregone alè - alè stregone alè - alè stregone alè - siam sempre insieme a te".