La tbc nel carcere di Agrigento, il direttore: "Nessuno sapeva della malattia"

Nei giorni scorsi l'allarme per un detenuto affetto da tubercolosi. Ma il direttore della struttura ha voluto puntalizzare che nessuno sapeva della malattia se non dopo il trasferimento della stessa persona in un altro carcere della Sicilia. Altri chiarimenti nel corso di una conferenza stampa per far luce sulla situazione

Caso tubercolosi nel carcere di Agrigento. Nei giorni scorsi ha avuto eco la notizia circa la presenza di un detenuto affetto da tubercolosi all’interno della struttura Pasquale De Lorenzo. Si è diffusa di conseguenza, la preoccupazione fra gli addetti ai lavori ma anche tra i cittadini. In merito a quanto è stato detto, il direttore della casa circondariale Valerio Pappalardo è intervenuto oggi per fare chiarezza su alcune situazioni che, a quanto pare, sin dall’inizio, sono veicolate in maniera poco chiara rispetto all’effettiva situazione. Obiettivo innanzitutto come afferma lo stesso Pappalardo “riportare un clima di accettabile pacatezza e serenità sia fra gli operatori interni che in seno alla comunità cittadina esterna”.

In un discorso diretto a chiarire alcuni nodi della questione e a fare un quadro specifico della situazione una volta e per tutte, il direttore si è così espresso: “Già a monte l' organo direttivo periferico non era a conoscenza, durante la permanenza del detenuto interessato presso questa sede della presenza di alcuna patologia specifica di natura infettiva, tant'è che la stessa è stata diagnosticata all'interno di altra struttura carceraria e, dopo il suo trasferimento da questo Istituto Penitenziario, ne è stata data debitamente notizia a questo organo di vertice locale il quale con assoluta immediatezza ha investito della relativa problematica tutte le specifiche figure professionali di competenza”.

Sono stati informati della situazione infatti il referente dell’azienda sanitaria provinciale, il medico competente ex T.U./2008 e il responsabile interno del servizio prevenzione e protezione. Da qui, l’inizio della procedura di profilassi con le relative misure sanitarie del caso sulle persone che, per diversi motivi, hanno frequentato la struttura carceraria. I controlli, ha spiegato Pappalardo, sono stati eseguiti immediatamente e non dopo la protesta degli addetti ai servizi.

Per quanto concerne i familiari delle persone sopra menzionate, nei loro confronti non è stato disposto alcun procedimento in tal senso in quanto “non è statuito dalle linee guida sanitarie operative, fermo restando l'obbligo di avvertenza a tutti gli operatori che interagiscono con la popolazione reclusa a vario legittimo titolo”.

Pappalardo ha dunque voluto precisare che non ci sono casi di infezione in corso nel carcere di Agrigento.Allo stato attuale-ha detto-e come da ultima e recentissima certificazione sanitaria sulla problematica clinica del medico e referente Asp, non esiste presso questo Istituto penitenziario alcuna forma attiva di infezione tubercolare. Comunque stanno ad oggi proseguendo i relativi percorsi di accertamento diagnostico per tutti gli interessati”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cecco61

Sab, 29/02/2020 - 13:09

Oltre al coronavirus ci mancava solo la TBC. In Italia era scomparsa e riportata dai migranti. Grazie alle sinistre.

Tuthankamon

Sab, 29/02/2020 - 13:19

Scommetto che in quella struttura non ci sono immigrati semi-clandestini/irregolari!!??

AlvinS83

Sab, 29/02/2020 - 13:22

Visto che è tornata la Tubercolosi lasciando i porti aperti? Può derivare solo da quello perché in Italia era stata debellata.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Sab, 29/02/2020 - 13:27

sicuramente un clandestino, signor procuratore di Agrigento contento? tubercolosi scabbia e chissà quante altre malattie vengono importate e taciute. chi cerca di limitare l'invasione viene denunciato. che schifo

daniperri

Sab, 29/02/2020 - 14:42

La positività non vuol dire propriamente malattia, ma comunque ti devi sottoporre ad analisi e terapie non proprio leggere (parlo per esperienza). Glielo potevano risparmiare.

marinaio

Sab, 29/02/2020 - 15:03

Bene, bene. Fra coronavirus, tbc, Ius soli, Coop mangia soldi, governi di incapaci, magistratura rossa, reddito di nullafacenza, ecc, insomma ci stiamo autodistruggendo. Bravi.

Ilsabbatico

Sab, 29/02/2020 - 15:14

In questo caso non so e non do niente per scontato, ci mancherebbe...chi sia l'untore non si sa. Una cosa certa però come tutti i virologi sanno è che la TBC in Italia era scomparsa da anni e anni e ora il ritorno dei casi è imputabile alla accoglienza indiscriminata dall'Africa. Infatti il ceppo "C" della TBC presente ora nel nostro paese , è un ceppo solo africano. Noi europei negli anni indietro avevamo i ceppi "A" e "B".... È un bene che vengono isolati e studiati i ceppi, almeno sappiamo le origini il perché ci ammaliamo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 29/02/2020 - 15:18

Chi paghera ora tutte queste cure!!! INDOVINATE!!!

aswini

Sab, 29/02/2020 - 15:54

L'oms, ha certificato la diffusione della TBC ceppo sub sahariano RESISTENTE AI FARMACI, come la mettiamo?

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 29/02/2020 - 16:06

patronaggio ci sei? Ho ci sei solo per Salvini!

vinvince

Sab, 29/02/2020 - 16:27

La meningite c in una certa zona della Toscana, la tbc ad Agrigento, il corona virus in Lombardia ... andiamo bene, andiamo proprio bene !!!

ginobernard

Sab, 29/02/2020 - 16:32

La colpa è del pd che favorisce la immigrazione illegale E il m5s lo spalleggia Basta ricordarlo la prossima volta che si vota

Ilsabbatico

Sab, 29/02/2020 - 16:57

Ginobernard Si...il problema è però che chissà quando mai potremo votare....purtroppo

PassatorCorteseFVG

Sab, 29/02/2020 - 17:14

qualche tipo sinistro chiederà se per caso in quel carcere è passato l"untore salvini. ciao a tutti.

Ritratto di CiaodalBrasile

CiaodalBrasile

Sab, 29/02/2020 - 22:10

Italia cesso dell'europa.

cgf

Dom, 01/03/2020 - 13:01

In Italia non è TORNATA solo la TBC, ci sono new entry come la meningite di tipo C che NON È MAI comparsa prima però presente in Africa.

justic2015

Mar, 03/03/2020 - 04:13

Ci dobbiamo congratulare finalmente tante buone notizie Coronavirus scambia tubercolosi tutta ricchezza importata e arrivato il giorno del giudizio.