Accompagnava la moglie con l’auto di servizio: ex prefetto condannato

Conto salato per l’ex prefetto di Livorno, Vincenzo Gallitto, condannato per aver utilizzato l’auto di servizio per accompagnare la moglie a Montecatini Terme per scopi personali (per andare negli stabilimenti termali?). I fatti risalgono al 2003. Secondo Italia Oggi, oltre alla condanna in sede penale, per Gallitto il 3 agosto è arrivata una sentenza della Corte dei conti che lo costringe a restituire allo Stato 20mila euro. Il viaggio con la moglie da Livorno a Montecatini utilizzando l’auto di servizio e l’autista è stato fatto più volte nell’arco di nove mesi. L’ex prefetto è stato accusato di danno erariale, cioè di aver utilizzato le risorse pubbliche «per scopi estranei ai compiti di istituto». Oltre al denaro sprecato per i viaggi Gallitto dovrà riparare al danno causato all’immagine della pubblica amministrazione. Il suo comportamento infatti avrebbe contribuito a «diffondere nell’opinione pubblica un senso di sfiducia nell’azione del pubblico dipendente».

Commenti

Grazie per il tuo commento