Accordo raggiunto sui debiti con l’Inps

Parmalat

Parmalat e Inps hanno raggiunto ieri un accordo per il recupero dei crediti contribuitivi che l’Istituto di Previdenza vantava nei confronti dell’azienda di Collecchio. L’Inps potrà utilizzare direttamente i crediti Iva della Parmalat per recuperare i circa 21 milioni di euro. Norme ad hoc hanno invece consentito ai produttori di latte e ai trasportatori di usufruire di differimenti degli obblighi contributivi. L’accordo è stato siglato dal commissario straordinario della Parmalat, Enrico Bondi, e dal presidente dell’Inps, Gian Paolo Sassi. La Parmalat ha ripreso nel mese di maggio, e la sua controllata Eurolat dallo scorso anno, i pagamenti correnti dei contributi e degli oneri previdenziali. In questo modo si è raggiunto l’obiettivo di mantenere i livelli occupazionali della società. Il commissario straordinario Enrico Bondi ha lasciato trasparire ottimismo sulla situazione del gruppo, sia per quanto riguarda la salvaguardia dell’azienda sia sul fronte dei creditori.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.