Adriano: «Il 6 sarò a Roma. Totti? Mi sforzerò di essere bravo come lui»

L'ex interista: «Non mi sento all'altezza di un grande come Francesco, non posso paragonarmi a lui... Però penso che potrò contribuire a fare della Roma la grande squadra che è sempre stata»

«Non mi sento all'altezza di un grande come Totti, non posso paragonarmi a lui: però mi sforzerò di essere alla sua altezza e penso che potrò contribuire a fare della Roma la grande squadra che è sempre stata».
Lo ha detto in Brasile Adriano rispondendo ad una domanda durante una conferenza stampa in cui ha parlato del suo imminente trasferimento dal Flamengo alla Roma, di cui Totti è l'uomo-simbolo.
«Tra i motivi per cui ho deciso di andare alla Roma è stato più rilevante l'orgoglio dei soldi - ha poi detto l'attaccante ex Inter - Sono consapevole che tornerò in un Paese dove avrò molti obblighi. Ma ora, dopo questo passaggio nel Flamengo, sento che ce la farò. Qui a Rio de Janeiro ho imparato moltissimo».
«Torno in Italia per pagare il debito che ho con quel Paese, che mi ha trattato sempre molto bene e dal quale sono andato via in un modo brutto», ha aggiunto l'attaccante durante un' affollata conferenza stampa nella Gavea, la sede del Flamengo.

Commenti