Affitti alle stelle e annunci-truffa: una stanza vale oro

Marco Morello

Tanto vale provarci, lanciare l’esca, magari succede che qualcuno, alla fine, abbocca. Viale Alessandrino? È a due passi da Tor Vergata. Largo Preneste? Fa angolo con la Sapienza. Porta Maggiore? Affaccia su Roma Tre. Ecco la brutta moda dell’anno accademico 2009-2010, l’annuncio con l’imbroglio stradale incorporato. Stanno per riaprire le università capitoline e, puntuali, riviste e portali specializzati tracimano d’inserzioni riguardanti stanze e posti letto in affitto. La domanda è sovrabbondante, l’offerta un po’ meno. E capita che i padroni di casa si sentano in dovere di forzare la mano, di confondere le carte in tavola, così l’affare va in porto prima: la facoltà - si legge - è sempre a una, massimo a due fermate di autobus, di metro o di tram; la zona è per forza tranquilla e silenziosa, anche se (...)

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento