Afghanistan/1 Gaffe di Koehler: il presidente tedesco si è dimesso

Una «gaffe» alla base delle dimissioni del presidente della Repubblica tedesca Horst Koehler: una considerazione «fuoriluogo» avvenuta nei giorni scorsi durante un discorso sulle truppe tedesche di stanza in Afghanistan. Koehler aveva commentato l’intervento delle truppe tedesche «come una missione necessaria a proteggere gli interessi economici del paese all’estero». Dimissioni da un ruolo di rappresentanza, senza poteri di governo, che arrivano in un momento particolarmente delicato per la cancelliera Angela Merkel alle prese con un crollo nei sondaggi, con la crisi dell’euro, con le critiche sul mancato sostegno alla «questione greca», oltre alla rotta di collisione con gli alleati liberal-democratici. La Merkel si è detta «sorpresa» delle dimissioni dell’esponente conservatore dichiarando «di aver cercato di convincerlo a un ripensamento, ma senza successo». Dal canto suo Koehler si è dichiarato «vittima di un fraintendimento».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti