Aiuti a lavoratori e imprese Più credito per lo sviluppo

Il governo Berlusconi, attraverso il lavoro del ministro dell’Economia Tremonti, ha sin dal suo insediamento orientato tutta la politica economica ad attutire l’impatto della crisi globale. Un anno fa con l’approvazione della manovra triennale si sono messi i conti pubblici in sicurezza e si è avviata la riforma della pubblica amministrazione lasciando così spazio agli interventi urgenti. I decreti anticrisi che si sono susseguiti a partire dallo scorso autunno si sono concentrati su un caposaldo: il denaro pubblico non è stato destinato alla finanza ma ai soggetti colpiti, cioè imprese e lavoratori. I Tremonti-bond destinati alle banche hanno lo scopo di non fermare l’erogazione del credito. Sono stati ampliati gli ammortizzatori sociali e si è cercato di aiutare gli investimenti delle aziende.

Commenti