Amianto I Pm indagano su 10 morti sospette

La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta su una decina di episodi di morti per mesotelioma, che hanno riguardato persone che lavoravano in aziende milanesi a stretto contatto con l’amianto.
Sul tavolo del pubblico ministero Maurizio Ascione sono arrivate, negli scorsi mesi, a quanto si è appreso, le denunce dei familiari di dieci persone decedute forse a causa dell’amianto respirato nei luoghi di lavoro prima del 1992, quando la legge che mise al bando l’amianto non era ancora entrata in vigore. Il sostituto procuratore ha aperto diversi fascicoli di inchiesta, riguardo alle morti sospette, per accertare se nelle aziende siano state rispettate le condizioni di sicurezza per il lavoro con l’amianto, che comunque erano previste da alcune leggi in vigore anche prima del 1992. Allo stato delle indagini, dunque, sarebbero cinque le aziende coinvolte.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti