«Dopo anni e anni di denunce finalmente presi di mira gli intoccabili della riviera»

Pietro Giordano, segretario nazionale dell’Adiconsum, esperto di turismo, è sorpreso?
«Sì e no».
Si spieghi?
«Finalmente la Finanza comincia a tartassare anche loro, gli intoccabili gestori degli stabilimenti balneari. Ma è da anni che denunciamo che, una fetta di questi imprenditori stagionali eludono il fisco o, peggio, sono evasori totali».
Che indizi avevate in mano?
«Sospetti elementari: i costi demaniali sono irrisori e le concessioni blindate. I guadagni sono enormi. Sulla riviera romagnola, ma non solo, ombrelloni, sdraio e cabine sono i più care delle spiagge d’Europa. Quest’estate con un aumento del 2%. E allora se dichiari cinquemila euro all’anno di introiti, pari a quanto guadagna un tuo dipendente, sei un furbo che farà poca strada».
Ma la vostra denuncia è sempre caduta nel vuoto. Come mai?
«La nostra voce è troppo spesso inascoltata. Ma c’è un altra piaga che dilaga sulle nostre spiagge...».
Quale?
«Il lavoro nero. Negli stabilimenti balneari dilaga lo sfruttamento».

Commenti