Anselmi banchiere scomodo arbitrerà il gioco Milano-Parma

Beniamino Anselmi lascia il cda della Bpm per dedicarsi esclusivamente a quello del Monte Parma, nel quale è entrato da poco tempo. Le due cariche erano incompatibili, ma ora da Parma Anselmi potrebbe giocare proprio la partita che porterà il Monte alla Bpm. L’istituto emiliano fa gola da tempo alla banca guidata da Massimo Ponzellini. E Anselmi potrebbe essere un personaggio decisivo nelle sorti del Monte, che è corteggiato anche da Carige e Pop Vicenza. Il carattere non gli manca: quando era ad del Banco di Sicilia, voluto da Cesare Geronzi, e infuriava lo scontro tra Alessandro Profumo e Salvatore Mancuso, non esitò a schierarsi con quest’ultimo. E fu cacciato. Ricominciò da Milano, anche grazie alla stima di Ponzellini e, dicono, dello stesso ministro Giulio Tremonti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti