Gli arrivi dall’Oriente in crescita del 40%

Un settore tradizionale del «made in Italy», che inizia a risentire pesantemente della concorrenza internazionale. Questa la fotografia del comparto calzaturiero scattata pochi giorni fa in occasione dell’apertura del Micam, alla fiera di Milano. Nei primi cinque mesi dell’anno le importazioni (cresciute di oltre il 13% ) hanno raggiunto la quota record di 1,3 miliardi di euro. Per il momento l’industria italiana resta vincente visto che il saldo tra export e import è positivo per oltre un miliardo. La differenza però è in continua diminuizione (nel 2006 del 7% circa). A pesare è soprattutto l’import dalla Cina, che è aumentato tra il 30 e il 40% da gennaio a giugno: in tutto le scarpe cinesi entrate nel nostro Paese hanno superato quota centomila per un valore complessivo che supera i 300 milioni di euro.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.