«Baarìa» Animalisti in rivolta per l’uccisione di un toro sul set

Si infiamma la polemica sulla scena del film «Baarìa» di Tornatore in cui un toro è stato ripreso in diretta mentre veniva ucciso con un punteruolo. È stata la Lega antivivisezione a sollevare il problema. «Il fatto è gravissimo - dice il sottosegretario alla salute Francesca Martini - verificheremo i fatti, l’uccisione cruenta di animali è reato, valuterò come procedere. Una produzione cinematografica italiana deve rispettare le regole». Indignata anche la figlia di Sergio Endrigo, Claudia, che ha concesso il brano del padre «Era d’estate» per la colonna sonora. «Se avessi saputo che nel film c’era una scena raccapricciante non avrei autorizzato l’uso del brano. Comunque non andrò a vederlo».