Biffi, il nuovo salotto della politica italiana

Qualche giorno fa al Biffi erano stati «sorpresi» a tavola il leader della Lega, Umberto Bossi, e il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. E davanti al ristorante che sembra diventato un nuovo salotto della politica, si è formata una grande coda di gente, in attesa di vedere uscire Berlusconi, dopo che il locale era stato transennato da un cordone di carabinieri e polizia per ragioni di sicurezza.
Il premier, stretto dalla folla che si accalcava per stringergli la mano, salutarlo e incoraggiarlo, ha sorriso e ricambiato. E ne ha approfittato per lanciare una stoccata agli avversari politici: «Succede sempre al Nord, al centro e al sud perché gli italiani apprezzano chi fa concretamente e sono molti lontani da chi chiacchiera, calunnia, insinua, mistifica e diffama».
SCot