Bologna Ha la maglia nera Aggredito al festival Unità

Aggredito perché indossava una maglietta con il logo di Radio Bandiera Nera, la web radio di Casapound. È successo a Bologna, dove un 30enne romano ha denunciato di essere stato aggredito venerdì sera all’uscita dall’Estragon, dopo un concerto, situato nell’area in cui si tiene la festa dell’Unità, da quattro ragazzi e una ragazza. Soccorso in ospedale, il giovane ha avuto 5 giorni di prognosi. Il responsabile di Casa Pound Bologna Maurizio Guerra ha chiesto al Pd «di far luce sugli eventi e a condannare ufficialmente e pubblicamente l’accaduto, in nome del rispetto delle idee altrui di cui tanto si fanno portatori». «Chiunque conosca la posizione della sede di Casapound Bologna - ha aggiunto Guerra - non può non constatare che nei pressi di Giardini Margherita o di piazzetta Castiglione mai nessuno è stato aggredito nonostante in suddetta zona vi siano ragazzi di qualsiasi estrazione politica facilmente identificabili anche e soprattutto per la maglietta che indossano».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento