Bologna, uccide il marito malato con una dose di 70 gocce di Tavor

Un condominio a cinque piani nella zona residenziale che a Casalecchio di Reno (Bologna) corre lungo il fiume. È qui che si è consumato il dramma di una donna di 71 anni, che ha deciso di mettere fine alle sofferenze del marito 77enne, lasciando una lettera in cui ha scritto, semplicemente «l'ho avvelenato, non cercate altri responsabili». È stata arrestata, con l'accusa di omicidio volontario. Verso l'ora di pranzo, uno dei figli della coppia è andato a trovare i genitori. Ha suonato, inutilmente, il campanello. Poi ha aperto ed ha trovato il padre già morto, mentre a terra la madre semicosciente. Per uccidere il marito la donna ha usato 70 gocce di Tavor.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.