Bonaiuti giornalista, una passione nata sulle orme di Topolino

La via per Palazzo Chigi passa anche da Topolino. Parola di Paolo Bonaiuti, che ieri ha confessato le origini della sua fortunata carriera a una platea di giovanissimi, i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado vincitori del concorso di idee «Leggere è il cibo della mente. Passaparola». Prima di approdare con successo alla politica, Bonaiuti ha lasciato il segno nel campo del giornalismo. Una passione nata proprio dalla lettura dei fumetti. «Ho deciso di diventare giornalista - ha raccontato ieri il sottosegretario alla presidenza del Consiglio - grazie a un fumetto, “Topolino giornalista”. Non mi vergogno di dire che da quella storia a strisce mi è venuta la passione per il giornalismo e poi, dopo tre anni, per la politica. La lettura è davvero il cibo della mente, è una frustata all’animo». Il suo libro sul comodino in questo momento? «Un saggio sulla Rivoluzione francese di Winock»

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti