Borghi e le sue tele «musicali» a palazzo Carandini di Modena

C'è ancora tempo fino a domani per visitare l'imperdibile mostra dal titolo: «Suite Modena-opere inedite di Alfonso Borghi», a Palazzo Carandini a Modena, storica sede del Banco S.Geminiano e S.Prospero. Quattordici le tele dipinte a olio e acrilico, alcune di grandi dimensioni e di notevole impatto cromatico, che prendono spunto da relativi versi del sonetto Voyelles di Arthur Rimbaud. L'artista, che è il principale esponente di una pittura materica apprezzata anche all'estero, è solito misurarsi con le arti della poesia e della musica. In queste ultime tele ha superato se stesso, con una pittura fatta di materia cromatica strutturata e compatta, come fosse una partitura musicale di suoni e di silenzi, di pieni e di vuoti che si concentrano in una sola nota di colore, inconfondibile per lo spettatore. Il catalogo è pubblicato dall'Editoriale Giorgio Mondadori. Info su www.alfonsoborghi.com.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento