Burlando La Corte fa i Conti sugli spot

La pubblicità fa vendere. Anche in politica. Sarà per questo motivo che il presidente della Regione Claudio Burlando ha deciso di non badare a spese per quanto riguarda la pubblicità istituzionale e la comunicazione. Qualcuno, vedi i «censori» Gianni Plinio e Matteo Rosso, consiglieri del Pdl che quando si tratta di fare le pulci al presidente & C non vanno in vacanza (nemmeno a Ferragosto), aveva già espresso più volte il dubbio che i costi di rappresentanza fossero eccessivi. «Adesso ne abbiamo le prove» dicono sbandierando una serie di fogli che portano il timbro della Corte dei Conti.
«Anche la magistratura contabile dà ragione alle nostre denunce sugli sprechi», attaccano mostrando come - in base alla relazione delle Corte (...)

Commenti